Giochi PC

Anno 3991, la profezia di Civilization II: guerra perenne

Può Civilization II predire il futuro del genere umano? È questa la domanda che si stanno ponendo molti appassionati, specie in questo anno in cui tutti parlano di fine del mondo e profezia Maya. Un post recentemente apparso su Reddit potrebbe gettare quantomeno le basi di un nuovo "meme" di Internet, perché ci aggiriamo tra il grottesco e l'inquietante.

L'utente Lycerius ha infatti scritto un lungo post in cui spiega di aver giocato a Civilization II nel corso degli ultimi dieci anni. Il giocatore ha fortunatamente affermato di "avere una vita" e "di aver giocato anche ad altri titoli" nel corso di questo periodo di tempo, quindi sembra essere una persona perfettamente "sana", anche se poi ognuno è libero di far ciò che vuole.

Leggi anche Civilization VI sbarca su App Store come un regalo di lusso

Il risultato di questa interminabile partita è il seguente: un mondo da incubo, con sofferenza e devastazione. Come fa notare un lettore, uno scenario da 1984 di George Orwell. Nell'anno 3991 dopo Cristo sono rimaste tre grandi super potenze (Celti, che sono quelli scelti da Lycerius, Vichingi e Americani), in competizione tra loro per le scarse risorse disponibili sul pianeta dopo decine di guerre nucleari che hanno reso vaste aree della Terra desolate e inabitabili.

Le calotte glaciali si sono sciolte più di 20 volte, principalmente a causa delle guerre. Il risultato è che ogni appezzamento di terreno che non sia una montagna, è una paluda inondata d'acqua, inutilizzabile per l'agricoltura. Il tutto senza contare le radiazioni, diffuse su quasi tutto il globo.

A causa di questo scenario non ci sono più grandi città. Il 90% della popolazione mondiale (che ha raggiunto l'apice 2000 anni prima del 3991) è morta, a causa delle guerre nucleari o per la carestia dovuta dal riscaldamento globale. Le unità da lavoro sono sempre occupate nella costruzione di strade, in modo che nuovi eserciti possono raggiungere i luoghi del conflitto. Le strade che vengono poi distrutte dopo lo scontro e non c'è quindi il tempo per bonificare le aree paludose o con un alto tasso di radiazioni.

In poche parole le tre super-nazioni (due teocrazie e una nazione comunista, quella di Lycerius) sono in una guerra perenne che dura da ben 1700 anni e arrivare a una pace sembra impossibile. "Ogni volta che viene siglato un cessate il fuoco, i Vichinghi mi attaccano di sorpresa o il turno successivo si scagliano contro gli americani, spesso con armi nucleari. Quindi posso solo supporre che la pace arriverà solo quando i Vichinghi saranno spazzati via".

Lycerius spiega che inizialmente voleva uno stato democratico, ma poi la voglia di dichiarare guerra prima dei Vichinghi, andando contro il sicuro veto del Senato, ha mutato il corso degli eventi. "Sono stato costretto a farla finita con la democrazia circa un migliaio di anni fa perché metteva in pericolo il mio impero. Naturalmente la gente mi odia e ogni pochi anni si sviluppano guerriglie nel cuore del mio impero che devo sopprimere con le poche risorse rimaste dallo sforzo bellico".

"Il mio obiettivo per i prossimi anni è quello di cercare di porre fine alla guerra, eliminare le paludi e le radiazioni così da permettere nuovamente l'agricoltura. Voglio ricostruire il mondo. Ma non sono sicuro in che modo. Se qualcuno dei vecchi giocatori di Civ II vuole darmi qualche consiglio, sono in ascolto", si legge su Reddit. Avete una soluzione da suggerirgli o il povero Lycerius farebbe meglio a rivolgersi direttamente a Sid Meier? Pensate che lo scenario di gioco si applicherà anche al vero corso della storia umana? Fateci sapere.

Per ora il creatore del gioco si è limitato solo a dichiarazioni di incredulità. "Il mio primo pensiero è stato WoW!, non posso credere che ci sia qualcuno che stia giocando Civilization II da così tanto tempo. Sono passati più di 15 anni da quanto il gioco è uscito e non penso che nessuno di noi si aspettasse che qualcuno avrebbe fatto una partita lunga 10 anni. Sarebbe fantastico se nel 2025 riuscissimo a scoprire che qualcuno ha giocato per dieci anni a Civilization V", ha dichiarato Sid Meier.