Nintendo Switch

Anteprima Super Mario Party, il Gioco Dell’Oca in mobilità

All'evento Post E3, organizzato da Nintendo a Milano, susseguentemente alla presentazione di Pokémon Let's Go i ragazzi di Nintendo hanno voluto dedicare la parte conclusiva della mini conferenza a una corposa anteprima di Super Mario Party, nuovo capitolo della celebre saga di Party Game della "Grande N" che approderà su Nintendo Switch il prossimo 5 Ottobre con l'intento di rinnovare un brand che per vent'anni è rimasto fedele alle sue, storiche, meccaniche di gioco.

Per chi non ne avesse mai sentito parlare, la serie Mario Party nasce nel lontano 1998 dalla volontà di Nintendo di unire, attraverso un filo conduttore coerente, una serie di mini-giochi ispirata dagli storici Game & Watch con i quali il colosso di Kyoto entrò nel mercato videoludico nel lontano 1980. Sviluppato un concept che vedeva gli abitanti del regno dei funghi partecipare a un gioco dell'oca nel quale, al termine di ogni turno, dovevano cimentarsi in un mini-gioco competitivo, Nintendo passò lo sviluppo alle sapienti mani del team Hudson Soft. (noto per le numerosissime collaborazioni con il colosso di Kyoto durante i periodi di Nes e Super Nintendo).

93384 mario party 2 nintendo 64 screenshot mini game try to knock
Il primo, indimenticabile, Mario Party

Il risultato fu Mario Party, titolo uscito in esclusiva per Nintendo 64 e in grado di mischiare il concept del gioco dell'oca e la follia di Takeshi's Castle (noto agli italiani come Mai Dire Banzai) allo spirito arcade degli iconici Game & Watch. In Mario Party, difatti, un massimo di quattro giocatori era chiamato a impersonare altrettanti abitanti del Regno dei Funghi in un folle Gioco Dell'Oca. Tutti i partecipanti erano chiamati a lanciare un dado per poter avanzare di un determinato numero di caselle e, alla fine di ogni turno, prendere parte a un mini-gioco in cui era possibile vincere un numero di gettoni definito dalla posizione raggiunta nella breve competizione. Questa valuta andava in seguito utilizzata per comprare delle Stelle e, al termine della partita, il giocatore con il maggior numero di Stelle veniva decretato come vincitore. Un concept semplice ma allo stesso tempo funzionale, che vent'anni fa riuscì a ammaliare pubblico e critica inserendosi di diritto fra i migliori Party Game mai concepiti.

maxresdefault 3
maxresdefault 4
maxresdefault 7

Adornato da una modalità storia, e dalla possibilità di partecipare a tutti i mini-giochi senza l'obbligo di cominciare una partita vera e propria, le meccaniche della serie Mario Party rimasero invariate per tutte le iterazioni successive. Con dieci capitoli cronologici, rilasciati per tutte le console casalinghe di Nintendo, e una manciata di Spin-Off portatili, il Party Game di Nintendo non mutò mai il suo concept originale, ripudiando la diffusione sempre maggiore del "Multiplayer Online" e non offrendo novità di rilievo fino all'avvento delle ultime due iterazioni per Nintendo 3DS. Mario Party: Star Rush e 100 Minigame Colleciton, usciti rispettivamente nel 2016 e nel 2017, mostrarono una sostanziale modifica nelle meccaniche di gioco rimuovendo il tabellone "canonico", in Star Rush, e offrendo un remake antologico di tutti i mini-giochi resi disponibili nei capitoli per console casalinga. 

super mario party switch reveal screen 7

Se l'uscita di questa doppietta di titoli, dedicati alla celebre saga di Party Game, fece erroneamente pensare a un abbandono del brand a causa di un sempre minor interesse da parte del pubblico, in realtà l'annuncio di Super Mario Party per Nintendo Switch, presentato frettolosamente durante l'E3 2018, ha reso più chiara la volontà di Nintendo di chiudere con il passato e effettuare uno "svecchiamento" della serie alla stregua di quanto realizzato con il recente Mario Tennis Aces. Durante la presentazione all'evento Post E3 tenutosi a Milano, difatti, abbiamo potuto comprendere maggiormente in che direzione Nintendo voglia indirizzare la sua linea di Party Game, cercando di abbracciare i desideri del pubblico attuale e sfruttando in maniera ottimale le infinite possibilità offerte da Nintendo Switch

super mario party switch reveal screen 3

Le dinamiche di spostamento all'interno del tabellone di Super Mario Party, avvengono in maniera pressoché analoga a quanto visto in Star Rush. Tutti i giocatori, difatti, potranno muoversi liberamente per un numero di caselle corrispondente a quello ottenuto lanciando il dado. Ogni giocatore potrà svolgere il proprio turno indipendentemente dagli altri partecipanti, eliminando quindi ogni sorta di attesa e eliminando ogni sorta di "tempo morto" delle precedenti meccaniche di gioco. Lo scopo rimane sempre quello di ottenere un numero di Stelle maggiore rispetto agli altri giocatori, acquistandole da una Toadette sempre presente all'interno del tabellone, ma l'ottenimento dei gettoni sarà possibile non solamente partecipando ai mini-giochi ma anche raccogliendoli all'interno del tabellone o rubandoli ai nostri avversari saltandogli in testa ogni qualvolta ci si ritroverà in due giocatori a occupare la stessa casella.

11scrmax4

In merito agli oltre ottanta mini-giochi, tutti inediti, ideati per Super Mario Party possiamo dirvi che quanto visto alla presentazione tenutasi a Milano ha dimostrato un'estro e una cura che da molto tempo non si trovava in una produzione a nome Mario Party. Slaparazzi, per esempio, vedrà i quattro giocatori spintonarsi, e schiaffeggiarsi, all'interno di una piazza circolare per apparire in primo piano nelle foto scattate da un Koopa che apparirà randomicamente in una delle cinque posizioni poste sulla mappa. Trike Harder, invece, vedrà impegnati i sensori di movimento del Joy-Con per inscenare delle gare di tricicli dove vincerà chi oscillerà più rapidamente la periferica di controllo di Nintendo Switch per tagliare il traguardo per primo. Sizzling Stakes, infine, sfrutta nuovamente i sensori di movimento del Joy-Con, e ampiamente anche l'HD Rumble, per simulare l'impugnatura di una padella, facendo impersonare al giocatore un povero cuoco che dovrà rosolare correttamente i quattro lati di un cubo di carne, facendolo saltellare in maniera precisa per cambiarne la superficie e oscillandolo sulla superficie antiaderente dell'utensile da cucina.

super mario party 6122018

In conclusione alla presentazione sono stati spesi pochi minuti per mostrare, in maniera molto sommaria, alcuni mini-giochi che sfrutteranno la portabilità di Nintendo Switch, permettendo di affiancare due, o più, console per abbinare correttamente delle immagini o generare un campo di battaglia, di dimensioni e planimetria variabile, per epici scontri fra carri armati. In un breve Q&A al termine dell'evento ci sono state, inoltre, confermate la presenza delle modalità online (competitive e cooperative), con annesso un sistema di matchmaking per gli utenti solitari, e la possibilità di accedere agli ottanta mini-giochi presenti in Super Mario Party, attraverso una sezione apposita atta a permetterne la fruibilità senza vincolare i giocatori a iniziare una partita ufficiale.

super mario party thumb8

Tom's Consiglia

Super Mario Party, sarà disponibile dal 5 Ottobre 2018. Scaldate la vostra Switch, chiamate qualche amico e preparatevi a serate ricolme di discussioni parecchio animate.