PlayStation

Assassin’s Creed Revelations, nuovi dettagli e video

Ubisoft ha reso disponibile il primo trailer di Assassin’s Creed Revelations, insieme a un’altra serie d’immagini e un breve riassunto di alcune caratteristiche del gioco. Giusto qualche anticipazione per far venire l’acquolina in bocca agli appassionati della saga, in vista dell’E3 di Los Angeles dove si potrà vedere qualcosa di più sostanzioso.

Assassin’s Creed Revelations

Il gioco vede ancora una volta protagonista il maestro assassino Ezio Auditore, ormai lo sanno anche i sassi, mentre ripercorre i passi del suo mentore Altaïr. Il viaggio lo porterà a recuperare cinque antichi sigilli che celano le chiavi per il futuro dell’intera fratellanza degli Assassini, si legge nel comunicato ufficiale.

Sfortunatamente Ubisoft non si sbottona più di tanto sul gioco, rivelando notizie che la stampa specializzata ha già riportato diverse settimane fa (Assassin’s Creed: Revelations, bentornato Altair!). Per fortuna ci pensa Game Informer a fornire qualche nuovo dettaglio, in particolare sulle ambientazioni e sull’inizio del gioco.

Come al solito, gli utenti che non vogliono rovinarsi la sorpresa dovrebbero fare attenzione alle prossime righe perché potrebbero contenere alcune anticipazioni sulla trama.

Il gioco comincia nella fortezza di Masyaf, un luogo che abbiamo già esplorato nel corso del primo Assassin’s Creed, nei panni di Altair. Il viaggio di Ezio alla ricerca della conoscenza segreta del suo antenato non parte sotto i migliori auspici, visto che l’area pullula di templari.

“Ezio vuole trovare la libreria per scoprire più cose riguardanti l’Ordine, così segue le orme di Altair verso Masyaf. Quello che comincia come un pellegrinaggio diventa velocemente una corsa contro il tempo”, spiega Alexandre Amancio, creative director di Ubisoft.

Il protagonista non riuscirà a completare la missione durante la sua prima visita ma ritornerà a Masyaf sul finale dell’avventura, una volta raccolti tutti i pezzi del puzzle. Costantinopoli sarà invece l’area principale dove si svolgerà la maggior parte dell’avventura.

###old916###old

Nonostante Ezio sia l’assassino di rango più alto del mondo intero è pur sempre uno straniero in questa vasta e complessa città. Grazie all’aiuto di altri assassini riuscirà a capire presto la delicata situazione politica della regione.

Amancio spiega che sarà possibile visitare quattro distretti della città, ognuno contraddistinto da un diverso stile visivo, passando per esempio dalle aree povere di Constantine alla brulicante area portuale di Galata.

Successivamente l’avventura si sposterà in Cappadocia, una roccaforte dei templari. La novità è che parte di questo nascondiglio sarà all’aria aperta, ma il vero segreto è sottoterra, come sottolinea Amancio. “Questa è la prima volta nella saga che gli eventi si svolgeranno in una città sotterranea“. Un luogo pericoloso che custodisce i segreti dei templari, sempre pronti a tendere imboscate a Ezio nelle numerose caverne e negli oscuri cunicoli.

Un artwork della Cappadocia, un’area dove si svolgeranno le avventure del nuovo Assassin’s Creed

L’ultima ambientazione descritta è Rodi, anche se sarà destinata alle partite multiplayer. Il giocatore visiterà l’isola durante il periodo di occupazione degli Ospitalieri, alle prese con gli Ottomani che stanno cercando di rivendicarne la proprietà.

Per ulteriori informazioni su Assassin’s Creed Revelations non rimane che aspettere la conferenza stampa di Ubisoft, prevista per il 7 giugno all’E3 di Los Angeles.