Giochi PC

Bleeding Edge è un flop: supporto concluso dopo un anno

Bleeding Edge, titolo multiplayer di Ninja Theory, è andato ufficialmente in “pensione” anticipata: lo studio britannico, infatti, ha confermato che il gioco non riceverà più nuovi contenuti, a meno di un anno dal suo arrivo sul mercato. In una breve nota pubblicata su Twitter, il team di sviluppo ha fatto sapere di voler concentrare tutti i propri sforzi produttivi su Hellblade 2 e Project Mara, i prossimi progetti next-gen: questa mossa ha definitivamente tagliato le gambe a una delle ultime esclusive di Xbox One, il cui destino, in verità, sembrava già scritto fin dalla scorsa estate (quando il numero di giocatori su Steam era colato a picco), e nel quale gli stessi autori sembravano non riporre particolare fiducia.

Bleeding Edge, insomma, sembra essere stato pensato come un vero e proprio “tappabuchi” da inserire nel Game Pass. Analisi, questa, assai impietosa, ma probabilmente corretta, soprattutto se si considera che è stato abbandonato a soli dieci mesi dalla sua data di uscita: un lasso di tempo che, anche visti gli eventi recenti nel mondo reale, sembra un’eternità. Il gioco potrà comunque continuare a essere riprodotto su PC e su Xbox One e i server rimarranno aperti ancora per qualche anno, ma non sono previsti nuovi contenuti e probabilmente nemmeno semplici patch correttive, volte a ribilanciare il gameplay.

Ninja Theory ha comunque voluto ringraziare i fan nel suo messaggio di addio a Bleeding Edge: “Grazie a tutti i fan, continuate a fare squadra e a provocare caos!”, si legge nel tweet. Il titolo, a dire il vero, non ha mai avuto grandi ambizioni: è stato pubblicato nel marzo del 2020 (dopo una lunga fase preview) come progetto secondario di Ninja Theory, pensato per affiancare videogiochi di maggior spessore. La stessa filosofia è stata portata avanti da Obsidian con Grounded, il quale, almeno inizialmente, ha comunque avuto una risonanza mediatica maggiore, anche nell’interesse riscosso su Twitch.

Da un altro punto di vista, la definitiva chiusura del progetto significa anche che la lavorazione di Senua’s Saga: Hellblade 2 e Project Mara è già entrata o sta per entrare nel vivo, ed è probabile che i due prossimi progetti per PC e Xbox Series possano vedere entrambi la luce entro il prossimo biennio. Voi giocavate ancora a Bleeding Edge o la chiusura del supporto non vi causa particolari problemi? Quanto attendete i prossimi videogiochi di Ninja Theory?

Qualora foste interessati a recuperare e provare Bleeding Edge, lo trovate su Amazon a un prezzo praticamente irrisorio.