Giochi PC

Blizzard chiede la sospensione della causa, licenziamenti in corso

Dopo il terremoto legale che ha sconvolto Blizzard, casa madre di opere come Diablo e World of Warcraft, riguardo le accuse di molestie sul posto di lavoro e i numerosi strascichi che questa notizia ha avuto sull’azienda e i suoi sviluppatori, più di 20 persone sono state allontanate dall’azienda per le accuse di cattiva condotta. Nel frattempo, Blizzard starebbe chiedendo al dipartimento Department of Fair Employment and Housing (DFEH) della California anche una sospensione della causa per una questione di conflitto d’interessi.

Partiamo dalla domanda di sospensione: Blizzard avrebbe fatto richiesta ufficiale al DFEH di sospendere la causa per conflitto d’interessi, dovuto alla presenza di due avvocati che in passato hanno già accusato Blizzard di molestie e comportamenti tossici tramite l’ente governativo Equal Employment Opportunity Commission (EEOC) prima di giungere a un accordo per la creazione di un fondo per gli impiegati di circa 18 milioni di dollari.

Il conflitto d’interessi dunque interesserebbe una legge californiana che vieterebbe la partecipazione dei suddetti avvocati; nel caso venisse data ragione a Blizzard, il DFEH dovrebbe sostituire gli avvocati e l’azienda guadagnerebbe tempo per la ripresa dei processi legali. Nel frattempo, in una email inviata ai suoi dipendenti, la Vice Presidente Fran Townsend ha comunicato i provvedimenti presi dall’azienda dopo le accuse, con oltre 20 persone licenziate e circa 22 nuovi ruoli nel team Etica e Conformità.

A differenza dei primissimi messaggi che Fran Townsend aveva lasciato sui social nei mesi scorsi, sembra che adesso i toni siano molto più collaborativi: “Siamo impegnati a fare un cambiamento significativo e positivo, e questo è solo l’inizio. Condivideremo ulteriori aggiornamenti nelle prossime settimane e mesi. Sappiamo che c’è sempre più lavoro da fare. Siamo impegnati a continuare quel lavoro. Per favore, continuate a condividere le vostre idee e suggerimenti, in qualsiasi modo vogliate inviarli. Lavoreremo duramente ogni giorno per guadagnare la vostra fiducia. Insieme, assicuriamoci di avere sempre un posto di lavoro sicuro, inclusivo ed etico che ci renda tutti orgogliosi.”

L’ultimo videogioco targato Blizzard uscito sul mercato è Diablo 2 Resurrected, una remastered disponibile su Instant Gaming da questo link.