Giochi PC

Call of Duty: svelata l’epoca storica del prossimo gioco?

Quella odierna è una mattinata ricca di novità riguardo all’universo di Call of Duty. Il franchise FPS targato Activision è ormai un abitudine annuale, e grazie al continuo supporto della compagnia a COD Warzone e Mobile, la saga si è ormai espansa anche oltre i canoni più tradizionali. Mentre è stata annunciata da poco la Stagione 2 per Black Ops Cold War e Warzone, emergono online alcuni primi possibili dettagli sul prossimo capitolo principale della saga.

Call of Duty Modern Warfare 3

Non è affatto la prima volta che fuoriescono rumor riguardanti il prossimo gioco di Call of Duty. In precedenza si è parlato molto del team che si andrebbe si starebbe occupando dello sviluppo del nuovo titolo, che a quanto pare sembra essere Sledgehammer Games, già autori di COD WWII. Ora, stando ad un ennesimo tweet, sembra che sia stato svelato il periodo storico in cui verrà ambientato il prossimo capitolo.

Come fa notare il noto utente Okami, sulla pagina Twitter di un noto (e a quanto pare affidabile) leaker è apparso un forte indizio riguardo al nuovo Call of Duty in uscita durante la seconda metà del 2021. Il tweet è inequivocabile, e ci suggerisce come il nuovo gioco della saga FPS di Activision tornerà nuovamente ad aprirci una finestra temporale verso l’epoca della seconda guerra mondiale.

Anche il post ripubblicato da Okami, inoltre, lascia intendere che al prossimo COD ci stanno lavorando i ragazzi di Sledgehammer Games, da quanto si evince dall’emoji utilizzata. Risulta ancora presto per capire effettivamente se davvero con il nuovo Call of Duty si tornerà a calcare i campi di battaglia della seconda guerra mondiale. Per scoprirlo ci vorrà del tempo, con l’annuncio da parte di Activision che si potrebbe concretizzare durante il periodo estivo. Cosa ne pensate di un possibile ritorno alla seconda guerra mondiale?

L’ultimo COD targato Sledgehammer è stato Call of Duty WWII e lo potete acquistare su Amazon a questo indirizzo.