Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Cyberpunk 2077, CD Projekt Red dice no al crunch

Marcin Iwinski, il boss di CD Projekt Red, ha rilasciato una lunga intervista, parlando del famigerato crunch e dello sviluppo di Cyberpunk 2077.

Una delle piaghe che sta letteralmente affliggendo l’industria videoludica è sicuramente quella legata al crunch. Tale meccanica è infatti una pratica in cui i dipendenti sono costretti a massacranti orari di lavoro per portare a compimento i vari titoli. Accuse, quelle di fare ricorso al crunch, di cui sono state bersaglio diverse ed importanti software house. Tra di esse c’è anche CD Projekt Red, gli sviluppatori dietro i The Witcher e Cyberpunk 2077.

Marcin Iwinski, il boss della società, ha parlato di questo ed altri argomenti durante una lunga intervista rilasciata a Kotaku. In particolare Iwinski ci tiene particolarmente a sottolineare l’impegno profuso da CD Projekt Red riguardo tale problematica e sta cercando di rendere la software house “più umana”. In passato, infatti, più di una volta la società era stata accusata di imporre orari di lavoro molto pesanti ai propri dipendenti. Secondo Iwinski la situazione sta però migliorando.

Nonostante abbia infatti dichiarato che sia impossibile talvolta non ricorrere al crunch, in quanto essenziale per portare a compimento un titolo, il boss di CD Projekt Red ha confermato che nessun dipendente è costretto a rimanere in ufficio oltre i normali orari. La società, in particolare, paga gli straordinari notturni il 150% del normale e il doppio il lavoro svolto durante il weekend.

Durante l’intervista Marcin Iwinski ha inoltre parlato dello stato attuale della software house, assicurando il suo buon stato finanziario. Smentite quindi le voci che vedevano CD Projekt Red navigare in acque non proprio tranquille a livello economico. Il boss ha però ammesso che lavorare con nuove tecnologie e con nuove proprietà intellettuali è particolarmente difficile ed ha quindi confermato il rallentamento dei lavori su Cyberpunk 2077 a causa dell’adozione del nuovo engine.

Che ne pensate di queste dichiarazioni? Credete siano veritiere?

Volete buttarvi davvero avanti con i tempi? Prenotate Cyberpunk 2077 a questo link!