Giochi PC

Cyberpunk 2077: Cory Barlog dice la sua sul rinvio

Queste ultime settimane possono essere soprannominate “le settimane dei rinvii“, se da una parte abbiamo potuto vedere posticipi di ogni genere come Final Fantasy 7 Remake, Dying Light 2 e Marvel’s Avengers, quello che sta incassando ancora i colpi dal web è proprio l’ultima fatica di CD Projekt RED. Proprio oggi, ad esempio, si è parlato delle accuse per crunch da parte del direttore esecutivo di IGDA Renee Gittins. Come ben sappiamo Cyberpunk 2077  uscirà ufficialmente il 17 settembre 2020 per PC, PlayStation 4, Xbox One e Google Stadia.

Nelle ultime ore il papà di God of War si è trovato coinvolto in un’accesa discussione svoltasi su twitter, offrendo il suo punto di vista riguardante il rinvio del titolo e si è detto di capire la situazione e di appoggiare la casa polacca. “Per buona parte dello sviluppo, i videogiochi sono brutti a vedersi e diventano presentabili solo quando ci si avvicina alla conclusione dei lavori. Tutto ciò è dovuto al livello di complessità dei pezzi che bisogna mettere assieme per realizzare qualcosa di valido al giorno d’oggi, per quanto riguarda i videogiochi“. Vi lasciamo qui di seguito tutta la conversazione di Barlog.

https://twitter.com/corybarlog/status/1219996709368913922

In conclusione il famoso sviluppatore di God of War ci fa presente che “ovviamente tutti vogliono lanciare il proprio gioco il più presto possibile, privo ovviamente di qualsiasi problema e che sappia offrire una esperienza senza precedenti, il più delle volte ci riusciamo, ma a volte no. Ma non è MAI perché non ci abbiamo provato”. 

Cosa ne pensate delle parole di Cory Barlog? Come avete reagito al rinvio di Cyberpunk 2077? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto e come sempre vi invitiamo a seguire le nostre pagine per ulteriori novità a riguardo.

Se come noi siete in trepidante attesa del nuovo capitolo CD Projekt e non avete giocato al loro precedente lavoro, al seguente indirizzo potete acquistare The Witcher 3: Wild Hunt Game of The Year Edition.