Giochi PC

Destiny 2, il punto dopo l’aggiornamento 1.1.4 di marzo

A circa sette mesi dall'uscita, Destiny 2 si aggiorna alla versione 1.1.4. Il nuovo update è l'ultimo degli step intermedi di una tabella di marcia che prevede l'inizio della terza stagione di gioco a maggio, con il probabile arrivo del secondo dei contenuti aggiuntivi dopo La Maledizione di Osiride.

Lo sparatutto di Bungie e Activision è finito diverse volte sotto accusa negli ultimi tempi. Già a novembre dello scorso anno i fan si facevano sentire accusando scarsa comunicazione da parte del team di Bellevue che è corso subito ai ripari, improntando una comunicazione più aperta e diretta a informare i tanti appassionati che nel corso degli anni hanno fatto dell'Ultima Città sulla Terra la loro casa.

Destiny 2

I nuovi aggiornamenti hanno continuato ad uscire con l'obiettivo di poter trascinare ancora una volta nelle vicende di Ikora, Cayde-6 e Zavala, i Guardiani ormai sazi di avventure. Nuove sfide, equipaggiamenti prodigiosi – una delle poche cose che ha messo d'accordo quasi tutti -, punteggi per il Cala la Notte, nuove ricompense e diversi emblemi per vantarsi un po' delle proprie conquiste, il ritorno degli eventi stagionali e le contese di fazione.

Molte delle aggiunte hanno avuto l'indubbio vantaggio di proporre ulteriori livelli di sfida per i contenuti già disponibili, accontentando chi non perde mai occasione per completare al 100% ogni iniziativa e per attirare giocatori con eventi limitati alle stagioni, ma non riuscendo comunque a risultare davvero incisive da far cambiare idea a chi vede Destiny 2 un gioco ormai spento.

Destiny 2

Attività come le contese di fazione, lasciano invece l'amaro in bocca per il potenziale che non sono riuscite ad esprimere. Potevano essere un buon modo per ottenere missioni uniche in base alla propria fedeltà giurata, andando anche a creare un contesto e approfondendo la storia che vede protagoniste Orbita Morta, Nuova Monarchia e Culto Guerra Futura. La stagione 3 dovrebbe tenere in considerazione i tanti feedback arrivati in questa direzione e potrebbe rivelarsi finalmente interessante una aggiornata modalità di fazione.

L'ultimo aggiornamento pone invece molta attenzione nei riguardi nel PvP, motore che in assenza di contenuti storia può mantenere attiva la partecipazione. Le principali novità riguardano i tempi di recupero delle super e un generale aumento di velocità e controllo anche nei movimenti per le tre sottoclassi che ora sono accelerati.

La gittata degli attacchi senza bersaglio effettuati con Spallata caricata è aumentata a 4,5 m, mentre Bastone ad arco, la super del cacciatore, ha oggi più sostenibilità grazie all'aumento dell'area di effetto e alla velocità di animazione di schivata e attacco.

Lo stregone, forse il più penalizzato nei movimenti, vede miglioramenti a tutte e tre le planate. Per quanto riguarda la sua potenza offensiva, Lama dell'Alba gode di un lancio di spada aggiuntivo grazie al diminuito costo di energia usato per lanciare le spade.

Destiny 2

Le armi sono un'altra componente che ha subito modifiche importanti, anche in ottica PvE. Segnaliamo che i cannoni portatili possono tornare a essere insidiosi per merito del 0.15x di danni di precisione in più, inoltre giocando con un controller- sia su console che pc – è aumentata la precisione dei colpi senza mirare e in fase di mira.

Tra i perk migliorati spicca Libellula, i cui danni vedono un incremento del 30% e con i nuovi aggiornamenti visivi è reso più evidente l'effetto di un'uccisione precisa. Vi rimandiamo alle note sull'aggiornamento per una panoramica totale su tutte le armi interessate dalle modifiche. 

Per quanto riguarda le modalità Crogiolo, ogni settimana verranno rese disponibili in rotazione: Rissa, Pandemonio e Stendardo di Ferro ora anche in modalità 6 vs 6. Chi gioca in competitiva e abbandona i match, sarà ora notificato con un avvertimento o una sospensione temporanea di 30 minuti. Tutte le modalità vedono aumentare il tempo di uccisione e assist da 2 a 2.5, l'energia della super fornita sia per le uccisioni che per gli assist.

destiny 2

I giocatori sconfitti che possiedono munizioni distruttive le lasceranno cadere al suolo e potrà essere raccolto il 50% del loro contenuto. Le munizioni saranno visibili e ottenibili da tutti i giocatori e spariranno dopo 30 secondi. Una scelta che potrà far felici molti, ma che si porta dietro il rischio di veder proliferare fucili a pompa e spade.

Modifiche anche all'interfaccia a seconda che si giochi in Partita veloce o in Competitiva. Nella modalità libera sono state rimosse le super a disposizione dei due team, ora visibili nella schermata di morte o dal Navispettro. In Competitiva, tra cui le Prove dei Nove, il rilevatore è stato disattivato. Questa scelta potrà dividere i giocatori, ma potrebbe finalmente spingere le squadre ad adottare approcci di attacco per vie laterali.

L'aggiornamento 1.1.4 rende sicuramente più divertente e fluido giocare in PvP, ma non offre nulla, a parte nuove ricompense per il Cala la Notte, per farvi restare a lungo in compagnia di Destiny se avete già completato tutte le attività rese disponibili dal lancio a oggi.

I prossimi mesi saranno essenziali e toccherà attendere aprile per qualche informazione in più sull'aggiornamento 1.2.0. che al momento prevede esotiche prodigiose, le partite classificate del Crogiolo e i modificatori degli assalti.

State ancora giocando a Destiny 2 o non avete più stimoli per farlo? 


Tom's Consiglia

Vi serve un aiuto con Destiny 2? La guida completa è disponibile e offre informazioni su mappe, modalità e contiene artwork. 

PlayStation 4 Pro 1TB PlayStation 4 Pro 1TB