Editoriale

GTA 4: il vero open world di nuova generazione

Cosa rende un open world un ottimo open world? Beh, su questo ho le idee abbastanza chiare: le interazioni fisiche con il mondo di gioco. Non basta creare un mondo ricco di attività, se poi quel mondo non reagisce al passaggio del protagonista; tanto vale farlo vuoto, o arricchito soltanto dai personaggi secondari. Se c’è un titolo che, sotto questo punto di vista, ho lodato e continuerò a lodare, è sicuramente GTA 4. Uscito nel lontano 2008 per PC e console di settima generazione, Rockstar Games riuscì nell’impossibile: realizzare un’opera tecnicamente mastodontica.

GTA 4

Ciò che sorprende, però, è che quell’opera tecnicamente mastodontica riuscì comunque a girare sull’hardware di allora. Per me, è il titolo con la migliore fisica di tutti i tempi: Rockstar North riuscì a sfruttare Euphoria Physics in modo impeccabile! Dalla distruttibilità degli oggetti e dei veicoli, alla reazione realistica del protagonista e degli NPC alle intemperie del mondo di gioco. Un qualcosa di inarrivabile ancora ai giorni nostri!

Con il panorama videoludico ormai ampiamente colorato da tantissime produzioni open world, ho deciso di confrontare GTA 4 ad altri due titoli targati Rockstar Games, e ad un altro gioco piuttosto deludente; tecnicamente parlando. Su YouTube, per fortuna, è possibile trovare una miriade di vedo-confronto tra GTA 4 e moltissimi open world, in modo da poter esaminare in cosa eccelle rispetto agli altri.

GTA 4: il vero open world di nuova generazione

GTA 4

GTA 4 Vs GTA 5

Rockstar Games continua ancora oggi ad utilizzare Euphoria Physics, ottenendo risultati strepitosi. Anche GTA 5, pubblicato nel 2013, presenta una fisica del mondo di gioco ben realizzata; ma è alla pari del suo predecessore? Per rispondere a questa domanda, non ci resta che analizzare il video sottostante. Partiamo dalla reazione dei veicoli: in GTA 4, lanciarsi da un auto in corsa farà balzare Niko più volte al suolo, direzionandolo a seconda dell’impatto. In GTA 5, invece, Michael si limiterà a rotolare su sé stesso, oppure a strisciare sull’asfalto. Anche gli impatti risultano più realistici nel quarto capitolo:

Niko sfonderà il parabrezza della sua auto, lasciando una macchia di sangue sul muro e danneggiandolo, riportando, inoltre, gravi danni al veicolo. Nel quinto capitolo, il muro non presenterà alcun danno, se non la macchia di sangue lasciata dal protagonista, e danni meno evidenti al veicolo rispetto al suo predecessore. Le esplosioni delle auto in Grand Theft Auto 5, però, le preferisco. Anche se in GTA 5 è possibile pilotare un numero esorbitante di velivoli, mentre in GTA 4 soltanto un paio di elicotteri, chi tra i due presenta una fisica migliore di questa tipologia di veicoli? La risposta è semplice: Grand Theft Auto 4.

GTA V

Innalzarsi in volo con un elicottero nei panni di Niko, è davvero gratificante: il fogliame circonderà il velivolo e l’acqua risponderà correttamente alle sollecitazioni del flusso generato dalle eliche; addirittura, se l’elicottero sarà vicino allo specchio dell’acqua, genererà un mulinello! Nel quinto capitolo, il velivolo genererà soltanto un po’ di schiuma, e gli effetti particellari del terreno risulteranno piuttosto minimi. Per esaminare ogni singolo confronto tra i due, vi invitiamo a visionare il video sottostante, pubblicato da PlayGround.

GTA 4 Vs Red Dead Redemption 2

Red Dead Redemption 2, l’incredibile western di Rockstar Games, riesce a mettere alle strette il penultimo capitolo della saga di Grand Theft Auto; ma a dieci anni di distanza! Infatti, le avventure di Arthur Morgan, hanno fatto il loro debutto nell’ottobre del 2018. Ciononostante, alcuni aspetti continuano ad essere migliori su GTA 4. Anche nel suo terzo western, Rockstar Games ha utilizzato l’Euphoria Physics per realizzare la fisica del mondo di gioco, ottenendo risultati più che ottimi: ad esempio, in Red Dead Redemption 2, la reazione degli NPC ai proiettili è decisamente superba, superando il quarto capitolo di GTA.

Red Dead Redemption 2 (2018)
narrazione nei videogiochi

Però, la distruttibilità degli oggetti rimane migliore su quest’ultimo: sparando ad una panchina, ad esempio, potrete distruggerla completamente. Mentre, nel western, sarà possibile danneggiarne qualche pezzo. Tralasciando un attimo la fisica di gioco, ottima in entrambi i giochi, passiamo alle reazioni degli NPC. Anche in questo caso, GTA 4 offre qualcosa in più: nel video sottostante, come esempio, sono state confrontate le reazioni dei personaggi di sfondo alla pioggia: su Red Dead Redemption 2, resteranno impassibili; anche a leggere un giornale infradiciato. Mentre in Grand Theft Auto 4, apriranno l’ombrello per ripararsi!

Sul western della storica software house, vorrei anche spendere un encomio: nonostante la fisica di gioco non riesca a superare il titolo del 2008 di Rockstar, brilla per molti altri aspetti. Dagli NPC e gli animali che si decompongono dinamicamente, alla fisica delle cavalcature realistica come non mai, Red Dead Redemption 2 ha saputo evolvere la formula degli open world in generale. Vivere il New Austin di Rockstar Games, non mi stancherò mai di dirlo, equivale a vivere in prima persona un film di Leone o Corbucci! Non a caso, l’ho menzionato nel mio editoriale dedicato ai videogiochi riconosciuti come arte dal Ministero della cultura.

GTA 4 Vs Cyberpunk 2077

Stando alle parole di CD Projekt RED, in piena campagna pubblicitaria, questo confronto non dovrebbe manco esistere: “Benvenuto nella nuova generazione di avventure open world“, annunciava uno degli ultimi trailer di Cyberpunk 2077. L’action/RPG della software house polacca, si è presentato al grande pubblico come l’open world destinato a rivoluzionare il mercato e, per carità, sotto alcuni aspetti ci riesce! Il numero di missioni secondarie che si espandono a macchia d’olio lungo Night City e periferie, è esorbitante. Anche la qualità di quest’ultime è di alto livello. Ma, presentarsi a fine 2020 con un titolo tecnicamente imperfetto? Beh, il tuo obiettivo di creare l’open world di prossima generazione è fallito in malo modo.

Cyberpunk 2077

Proprio da questo deriva il titolo del mio editoriale, ovvero GTA 4: il vero open world di nuova generazione: la vera rivoluzione degli open world è iniziata nel 2008 con il quarto titolo numerato della saga criminale di Rockstar Games. Anche se Red Dead Redemption 2 ne ha evoluto la formula, non è riuscito a superarlo completamente. Per me, mio personale pensiero, la fisica e l’interazione in un open world sono di fondamentale importanza: fin quando un gioco, tendente al realismo, non riuscirà a superare del tutto GTA 4, la nuova generazione di open world sarà ancora lui; ripeto, mia opinione personale.

Il confronto con Cyberpunk 2077 è davvero imbarazzante. Gli NPC, in Cyberpunk 2077, sembrano degli alberi; né più né meno. Investirne uno, ad esempio, è quanto di più irrealistico abbia mai visto. Inoltre, saranno impassibili agli scontri tra veicoli, restando immobili con le mani sul volante. Per quanto riguarda il resto, non voglio rovinarvi l’esilarante esperienza, consigliandovi di visionare il video sottostante.