Giochi PC

GTA 6 non farà gli errori di Cyberpunk 2077, per il CEO di Take-Two

GTA 6 non è solamente uno dei videogiochi next-gen più attesi in arrivo nei prossimi anni: in molti, però, nell’enorme schiera di appassionati che lo segue da vicino, temono che il gioco possa in qualche modo essere pubblicato in maniera affrettata e non ai livelli qualitativi a cui la serie ha abituato nel corso del tempo, viste le difficoltà produttive a cui l’industria tripla A sta andando sempre più incontro al giorno d’oggi. Strauss Zelnick, CEO di Take-Two (la parent company di Rockstar Games) ha di recente commentato la questione durante l’ultimo report finanziario dell’azienda, nel quale ha affermato che, a suo dire, i progetti più grandi “dovrebbero sempre prendersi il tempo necessario per puntare alla perfezione”, facendo un riferimento non troppo velato al caso Cyberpunk 2077.

No Cyberpunk 2077 vs GTA V

Zelnick, in particolare, si è espresso sui rischi legati al fatto che un videogioco non riesca a soddisfare le aspettative del pubblico, rischi che possono ledere la credibilità di un’azienda, che deve poi impegnarsi duramente per risolvere i problemi e riconquistarla: “C’è stato un dibattito, emerso di recente nel settore, in cui ci si è chiesto se lo sviluppo di videogiochi AAA nell’industria sia ancora sostenibile e si è affrontato il problema del modello ‘live service’, che sta diventando sempre più una corsa a chi riesce a produrre contenuti nel minor tempo possibile. Il caso di un videogioco concorrente, uscito di recente e parecchio atteso dal pubblico, è emblematico del fatto che a volte uno studio non riesca a stare al passo con le sue ambizioni.”

“Credo che il caso di cui tutti parlate sia la perfetta dimostrazione del fatto che se un progetto può puntare alla perfezione, deve anche prendersi il tempo necessario per avere l’ambizione di raggiungerla [qui si fa riferimento sia a GTA 6 che a Cyberpunk 2077, ndr]. “Tutti i nostri brand seguono questa filosofia. Non sempre ce la facciamo, a volte sbagliamo anche noi. Ma l’obiettivo è sempre quello. Di questi tempi, se non altro, possiamo concentrarci maggiormente ed essere più forti, per provarci con maggior determinazione.”

Zelnick si è poi detto molto contento del supporto che Rockstar Games sta dando a GTA Online e Red Dead Online, affermando che i rispettivi studi “hanno pubblicato dei contenuti in cui credono con tutti loro stessi”. Nel ribadire la filosofia aziendale con gli investitori, poi, il CEO ha implicitamente affermato qualcosa di fondamentale in prospettiva futura, ossia che anche Grand Theft Auto 6 farà di tutto per raggiungere i suoi obiettivi allo stesso modo dei videogiochi che sono venuti prima di lui: non si tratta di una conferma, certo, ma visti i precedenti possiamo quantomeno dormire sonni più tranquilli. Voi che ne dite?

Su Amazon Italia potete trovare Red Dead Redemption 2 per PlayStation 4 a meno di 30 euro.