eSports

Magic Arena, il mazzo della settimana: Mono Red Aggro

Rieccoci al nostro consueto appuntamento settimanale con l’analisi del deck che ci ha portato più win in questi giorni. Ricordo che abbiamo iniziato la nuova serie di dirette Twitch sul nostro canale per quello che riguarda Magic ArenaOgni mercoledì sera mi troverete dalle 20.30 fino alle 23.30 con voi per giocare, testare, scalare la ladder e sfidarvi al fantastico e immortale gioco di carte collezionabili: Magic The Gathering.

Uno dei miei più grandi obiettivi in Magic è sempre stato quello di giocare mazzi cosiddetti “skill intensive“, ovvero che richiedono abilità per essere giocati al meglio e che, grazie alla skill del giocatore, possano regalare ottimi risultati. Per questo mi sono lanciato sempre più nella via dei mazzi combo e control, cercando il mazzo Magic più difficile da giocare e gestire, pensando che questo mi avrebbe ripagato. Sbagliavo.

Un paio di mesi fa, dopo un torneo live andato abbastanza male dove giocavo Azorious Control, un mio caro amico mi ha detto testuali parole: “Flà, perché giochi solo mazzi che perdono? Prova aggro!”. Lì per lì non ho dato molto peso alla questione, ma il giorno dopo su Magic Arena, ho provato a giocare Red-Green Aggro. È stato subito amore.

Finalmente ero passato da essere un giocatore “reattivo” (ovvero che risolvevo minacce poste dal mio avversario) a essere quello “proattivo” (proponevo io le minacce): era tutta un’altra vita.

Magic Arena

All’inizio è stato semplice, pensavo solamente di dover investire il mio avversario con il maggior numero di danni possibili senza pensare più in là di un turno. Sbagliavo, di nuovo. La gestione delle risorse dei mazzi aggressivi è veramente molto complicata e richiede una visione di gioco estremamente pianificata. Ecco perché aggro è diventato il mio archetipo preferito.

Ma ora basta parlare di me e spostiamoci su quello che è il mazzo aggressivo del momento: Mono Red Aggro (conosciuto da sempre come Red Deck Wins – RDW). Rispetto alla season scorsa, come accennavo prima, il mazzo ha fatto un salto di qualità non indifferente grazie a una carta in particolare: Anax, Hardened in the Forge.

Ecco la lista che sto giocando al momento e di cui vi spiegherò le scelte.

Decklist

Main deck

  • 4 Light Up the Stage
  • 4 Robber of the Rich
  • 3 Torbran, Thane of Red Fell
  • 3 Embercleave
  • 4 Runaway Steam-Kin
  • 18 Mountain
  • 4 Bonecrusher Giant//Stomp
  • 4 Scorch Spitter
  • 4 Castle Embereth
  • 4 Rimrock Knight
  • 4 Fervent Champion
  • 4 Anax, Hardened in the Forge

Sideboard

  • 3 Lava Coil
  • 2 Tibalt, Rakish Instigator
  • 3 Embereth Shieldbraker//Battle Display
  • 3 Unchained Berserker
  • 4 Redcap Melee

La lista è abbastanza “stock”, ovvero in linea con quelle maggiormente giocate attualmente per un motivo: squadra che vince non si cambia! L’obiettivo del mazzo è indubbiamente quello di ridurre il più in fretta possibile i punti vita del nostro avversario a 0: un piano molto semplice e lineare. Come arriviamo al nostro obiettivo? Grazie alle nostre moltissime creature.

Magic Arena

Parliamo delle creature presenti nel mazzo

I quattro Robber of the Rich sono l’ultimo inserimento nel maindeck. Dai mondiali li abbiamo visti apparire al posto dei canonici Shock, sicuramente un upgrade non indifferente portato ai nostri occhi da Seth Manfield e il suo compagno di testing, il nostro Andrea Mengucci. Questi quattro 2/2 con rapidità e raggiungere a costo 2, sono la nostra personalissima Arena di Phyrexia, ci fanno “pescare” una carta in più a turno e alle volte rubano risorse importantissime ai nostri avversari.

Una delle mie carte preferite (che gioco anche in altri formati dove mi è possibile) è Torbran, Thane of Red Fell. Solamente tre copie del nano più forte mai stampato in Magic non tanto perché sia leggendario, quanto per il suo costo di mana. A parte questo è evidentemente la seconda carta più forte del mazzo. Aggiungere due danni a tutte le nostre fonti rosse, mi sembra una gran cosa se il nostro obiettivo è rimanere gli unici sopra gli 0 punti vita.

Runaway Steam-Kin è la creatura più interessante che abbiamo. Normalmente viene distrutto 0,24 secondi dopo che tocca il campo di battaglia, ma se rimane in campo, ci sembrerà di giocare un altro formato. La sua abilità di “power-up” ogni volta che lanciamo una magia rossa, e il suo darci del mana rimuovendo tre segnalini, ci può far uscire da situazioni molto complicate e regalarci turni dove succedono cose da pazzi.

Gli onnipresenti Bonecrusher Giant in tutti i mazzi a base rossa che gioco hanno un motivo: costano tre mana e sono dei 4/3 che rubano vite anche solamente se il nostro avversario li guarda un po’ troppo male. A due mana invece fanno da removal o rubano quei due punti vita che non fa mai male. Indiscutibilmente forte tra l’altro il 4x.

Avete mai sentito parlare del Savannah Lion? È una delle carte simbolo di Magic The Gathering: un 2/1 a costo un mana bianco che si giocava agli albori del gioco nei mazzi aggressivi. Ecco, Scorch Spitter è esattamente lo stesso nel nostro mazzo. Si lo so, ha scritto sopra 1/1 ma la sua abilità di fare un danno appena attacca, indipendentemente dal fatto che sia bloccato o meno per me lo trasforma in 2/1. Con un Torbran in campo diventa un 6/1 a costo uno, con i primi tre danni praticamente gratis.

Rimrock Knight è la carta che apprezzo meno. L’ho cambiata spesse volte ma non ho trovato sostituti migliori. La tengo principalmente per la sua forte sinergia con Runaway Steam-Kin; a tre mana abbiamo un power-up potenziale di +4 sulla forza dello Steam-Kin e quasi lo portiamo ai tre segnalini necessari per darci mana. A parte quello non trovo molto altro senso per il nostro nano-cavaliere.

Direttamente dai mondiali 2018, abbiamo l’ex campione del mondo Javier Dominguez sotto forma di figurina: Fervent Champion. Il drop a uno più aggressivo del formato sinergico con copie ridondanti di sé stesso e con Embercleave: non possiamo non giocarlo in 4x. Se riuscissimo nella “combo” turno uno campione, turno due campione e Light Up the Stage, allora stiamo giocando tutta un’altra partita rispetto al nostro avversario.

Ultima creatura è il nostro Anax, Hardened in the Forge. L’unico inserimento nella mia lista di Theros: Beyon Death è il motivo per cui il mazzo è tornato a giocarsi. Porta un drop a tre fortissimo e che prima mancava. Trasforma tutti i nostri attacchi in proficui e rende la scurvata (ovvero giocare magie seguendo una buona curva di mana) T1 Fervent Champion, T2 doppio drop a 1 mana, T3 Anax, T4 a prescindere da come sia andata prima Embercleave non così impossibile. Nonostante sia leggendario, quattro copie fisse.

Magic The Gathering

Come vedete la board-presence (ovvero avere il controllo del campo di battaglia con permanenti) è il fulcro del nostro mazzo, al contrario di altri formati dove il rosso è incentrato su magie che facciano danno direttamente ai nostri avversari (vedi Lightning Bolt). Ma questo a mio parere, è un plus non indifferente poiché ci da la possibilità di avere delle fonti fisse di danno e non one-shot. Certo, se in rotazione ci fosse disponibile Lightning Strike, lo giocherei sicuramente, ma abbiamo dalla nostra alcune delle creature più forti che il rosso si possa permettere da almeno due anni a questa parte.

Ecco le sette spell non creatura del mazzo

Quattro Light Up The Scene per non farci finire la benzina. Lanciata a turno due col suo costo di Spectacle (meccanica della gilda Rakdos che ci permette di lanciare le magie a costo ridotto se il nostro avversario ha perso vite), ci può aiutare a impostare dei turni molto pericolosi o trovare le terre necessarie a proseguire con il nostro piano di gioco. In mid-late game invece, ci farà presumibilmente ricaricare di minacce.

Solamente tre Embercleave, nonostante sia la carta più forte del nostro mazzo, per il suo costo di mana e perché si tratta di un artefatto leggendario. Certo, a costo sei riducibile di uno per ogni nostra creatura attaccante, con flash, che si auto-equipaggia quando entra in campo, dà +1/+1 travolgere e doppio attacco, se non fosse stata come minimo leggendaria, sarebbe stato da pazzi. Con questa chiudiamo le partite, c’è poco da dire se non: “come ho fatto a vivere senza?”.

La mana base è ovviamente composta da tutte montagne tranne quattro Castle Embereth per dare un boost in attacco alle nostre creature. La sideboard ovviamente è limitata, data la natura mono-colore del nostro mazzo, ma vediamo cosa ci offre con il nostro sideboard plan.

Sideboard plan

VS Mono Red Aggro

Partiamo subito dal mirror match dato che ne troverete moltissimi in ladder su Arena. È il mazzo più giocato anche perché grazie al suo game plan e alla sua aggressività, permette di giocare moltissime partite in meno tempo rispetto ad altri mazzi.

  • IN : + 3 Lava Coil + 4 Redcap Melee + 2 Tibalt, Rakish Instigator
  • OUT: – 4 Runaway Steam-Kin – 4 Rimrock Knight – 1 Torbran, Thane of Red Fell

Riempiamoci di removal e prepariamoci a combattere una battaglia in difesa se saremo on the draw (ovvero inizierà il nostro avversario), o stiamo molto attenti a come si tappa il nostro avversario per capire quali rimozioni può avere.

VS Temur Adventures

Il mazzo del momento, anche se in questa settimana lo abbiamo visto leggermente meno a causa delle partite molto lunghe e della difficoltà delle scelte che impone.

  • IN: + 3 Embereth Shieldbraker//Battle Display + 3 Lava Coil (se parte lui)
  • OUT: – 3 Rimrock Knight – 1 Rimrock Knight – 2 Runaway Steam-Kin (se parte lui)

I Shieldbreaker sono lì per i loro Lucky Clover oltre ai vari The Great Henge piuttosto che Shadowspear. Il Match-up non è facile per la grande quantità di creature che ci propone come bloccanti. Loro giocano quattro copie di Lovestruck Beast//Heart Desire, che sono fenomenali contro di noi. Embercleave è la carta che ci fa portare a casa questa partita.

VS UWx control

Ultimamente Azorious control è quasi sparito dai radar venendo giocato quasi esclusivamente nella versione Bant. È un match-up abbastanza favorevole data la nostra velocità.

  • IN: + 2 Tibalt, Rakish Instigator + 3 Unchained Berserker
  • OUT: – 4 Rimrock Knight – 1 Torbran, Thane of Red Fell

Si, è ovvio che Rimrock Knight non mi piaccia, ma rispetto al nostro side-in questa è la carta sicuramente meno forte del mazzo. Tibalt è molto utile contro i loro Uro, Titan of Nature Wrath, Knight of Autumn e Hidroyd Krasis che gli fanno guadagnare vite. La stessa side possiamo adottarla contro UW control.

Magic The Gathering

VS Rakdos Food

Crockeyz ha colpito ancora! Archetipo riportato in auge dallo stremer più seguito di Magic Arena su Twitch. La ladder, quanto meno in Mythic, è stracolma di questo mazzo Magic. Contate che con il meta attuale del gioco, che è molto vario, lo trovo circa una partita su cinque. Non è poco. Purtroppo è anche difficile come match-up.

  • IN: + 3 Lava Coil + 4 Redcap Melee + 3 Embereth Shieldbraker//Battle Display
  • OUT: – 4 Rimrock Knight – 4 Runaway Steam-Kin – 2 Scorch Spitter

Loro basano il gameplan delle partite sulla combo Cauldron Familiar e Witch’s Oven, che gli da bloccanti infiniti per le nostre combat, e un punto vita in più ad ogni attivazione del gattino dal cimitero. Non semplice, per nulla. Post side puntiamo a distruggere il forno e fare removal su ogni Mayhem Devil che vediamo apparire, così come ogni Priest of Forgotten Gods. Occhio ai Claim the Firstborn. Ci ruberranno le creature e le sacrificheranno.

VS Jeskai Fires

Abbiamo visto ai mondiali che la win-rate pende dalla parte dei giocatori di Jeskai, ma il match-up non è impossibile, anche perché la maggior parte dei player su Arena si sta allontanando dalla versione che gioca le quattro Brazen Borrower/Petty Theft main deck seguendo i consigli di Marchio Carvalho sul mazzo. Meglio per noi.

IN: + 3 Unchained Berserker + 2 Tibalt, Rakish Instigator
OUT: – 4 Runaway Steam-Kin – 1 Rimrock Knight

Occhio soprattutto ai loro Deafeaning Clarion, ci lasceranno senza creature. Giocate in maniera tale da non venire spazzati via da questa spell.

Consigli utili

  • Nel mirror match tenete sempre un Lava Coil per Anax o Torbran. Sono le creature più fastidiose. Cercate di gestire le vostre removal spell in modo da non farvi cogliere di sorpresa da questi due. Se Anax o un’altra creatura mentre lui è in campo, viene esiliato (come per esempio Lava Coil) non verrà messo in campo nessun token 1/1.
  • Ricordate sempre che la parte instant del Bonecrucher Giant, ovvero Stomp, non permette di prevenire il danno il turno attuale, quindi se il vostro avversario vi gioca un Cerulean Drake, non andate in panico ma sappiate di avere quattro out nel mazzo. Al suo blocco, lanciate uno Stomp su un qualsiasi bersaglio e risolvete il problema.
  • La win-rate di questo mazzo Magic è molto alta. Come ha detto Andrea Mengucci però, questa cala se le partite si allungano. Il nostro mazzo punta a chiudere in fretta, ma non fatevi prendere dalla smania di vincere a turno quattro. Calcolate bene ogni mossa e cercate di mettervi sempre in una situazione tale per cui possiate portare a casa il risultato con le vostre risorse ridotte al minimo. Noi siamo come dei centometristi che lottano con dei maratoneti: partiamo scattanti ma alla lunga sarà molto dura vincere, gestiamoci al meglio.
  • Rimrock Knight non mi piace, ma il Fervent Champion gli darà un +1 in attacco dato che anche il nano è un cavaliere.
  • Teferi, Time Raveler, stoppa clamorosamente la nostra Emberclave dall’essere lanciata in flash ma, se noi avessimo tre mana e tre creature attaccanti di cui almeno una con first strike, manderemmo quella su Teferi. In questo modo, portandola a zero segnalini fedeltà, potremo lanciare Embercleave prima della fase di assegnazione del danno a velocità “normale” delle altre nostre creature, riuscendo così a equipaggiarla e a massimizzare i danni. Lo stesso discorso è applicabile con Scorch Spitter dato che il suo effetto risolve il primo danno prima della fase di assegnazione dei danni da combattimento.
  • Preparatevi a tantissimi mirror. Il mazzo Magic è economico da montare sia a livello cartaceo che a livello di wildcard su Arena.

Per oggi è tutto, fatemi sapere come vi trovate voi con questo archetipo e come lo state giocando!

Non hai mai giocato a Magic e vuoi cominciare a farlo? Acquista ora su Amazon il core set starter kit per cominciare!