Tom's Hardware Italia
Nintendo Switch

Nintendo Switch Lite Anteprima, piccola con la stessa potenza

Switch Lite, l'abbiamo provata in anteprima: la piccola di Nintendo non perde potenza, ma guadagna leggerezza e più autonomia.

Più piccola, compatta, colorata effetto matte in tre varianti. È così che si presenta Nintendo Switch Lite negli uffici di Nintendo Italia. Una console che nasce con in mente un chiaro obiettivo: essere giocata esclusivamente in mobilità. Nessuna pretesa di pensionare la sorella maggiore quindi, ma solo l’intento di allargare la famiglia e incontrare i desideri di chi non sa che farsene di tutte le funzionalità per estendere l’esperienza di gioco tra le mura di casa.

Spariscono i Joy-Con estraibili, segno distintivo dell’ibrida della casa di Kyoto, che lasciano il posto a controlli di finitura bianchi integrati nell’unico pezzo colorato che costituisce il corpo della console. Al tocco la presa appare salda, meno scivolosa. Nonostante l’assenza dei Joy-Con si ritrovano tutte le forme di comando adattate alle nuove dimensioni: tasto + e -, stick analogici, pulsanti A/B/X/Y e un nuovo D-Pad (o croce direzionale che dir si voglia) che può finalmente andare a sostituire i bottoni direzionali utilizzati per rendere il Joy-Con sinistro utilizzabile singolarmente come modalità di input.

Il nuovo D-Pad, che a tutti gli effetti avvicina la console all’estetica del Nintendo 3DS, è una delle aggiunte che potrà fare la felicità di chi ama essere più preciso mentre gioca a un platform a scorrimento, o la preferisce come forma di controllo in Super Mario Maker 2. La scomparsa dei Joy-Con però, va messo nero su bianco fin da subito per aiutarvi a capire se Switch Lite fa per voi o meno, comporta anche l’assenza del Rumble HD  e della telecamera a infrarossi di cui fa buon uso il Nintendo Labo.

Sul retro di Switch Lite non figura nemmeno lo stand che serve ad appoggiare la console su un piano, ne consegue che, oltre alla già citata assenza della modalità TV, non è supportata la modalità da tavolo. Certo, si potrebbe ovviare a questo problema collegando altri accessori Nintendo in proprio possesso – Switch Lite supporta la connettività Wireless e NFC per gli Amiibo – ma la soluzione non è elegante quanto una vera modalità da tavolo appositamente pensata per quell’uso.

Giocare in multiplayer non è precluso, infatti fino a 8 giocatori possono collegare tra di loro le proprie console Nintendo Switch o Nintendo Switch Lite, ma il punto di forza della console resta la sua portabilità. Nintendo ci ha inoltre rassicurati sulla compatibilità dei giochi: i titoli supportati sono quelli che presentano una modalità portatile, le cui informazioni si possono controllare sulle confezioni e sul Nintendo eShop prima di effettuare un acquisto.

Il non avere controller Joy-Con rimovibili però aiuta Switch Lite ad apparire più solida e forse più resistente anche all’uso meno attento di un bambino. Non so se anche voi, dopo l’acquisto di Nintendo Switch, avete avuto quella paura iniziale di rovinarla inserendola nella sua base e con altrettanta cautela continuate a sfilare e inserire i Joy-Con nelle scanalature laterali dello schermo per evitare qualsiasi danno accidentale. Questi pensieri sono svaniti provando Switch Lite, la quale, oltre a essere trasportata in maggior sicurezza, grazie anche alle sue dimensioni ridotte può occupare meno spazio ed entrare nello zaino o nella borsa con più facilità.

Dati alla mano parliamo di 91,1 mm x 208 mm x 13,9 mm contro i 102 mm x 239 mm x 13,9 mm di un Nintendo Switch con Joy-Con collegati. Possono non sembrare differenze tanto evidenti, ma un diverso feeling durante l’uso si sente soprattutto perché Switch Lite è leggera – circa 275 g di peso -, si impugna meglio del modello precedente se avete le mani piccole e grilletti e pulsanti al tatto sono sembrati più morbidi. Un uso prolungato – sempre senza eccedere – va a stressare meno le mani risultando più ergonomica e perfetta per lunghi viaggi – o per quando non vi va di alzarvi dal letto.

Lo schermo touchscreen capacitivo di Switch Lite è più piccolo, misura 5,5 pollici – 0,7 pollici in meno dello schermo Switch originale – ma la risoluzione in modalità portatile è esattamente la stessa a 720p, che non può però raggiungere i 1920 x 1080 a 60 fps tramite cavo HDMI collegato alla TV perché vi ricordiamo che non dispone di questa funzionalità. Il funzionamento dello schermo, inoltre, è lo stesso: il touch è reattivo e non abbiamo riscontrato problemi giocando a causa delle minori dimensioni degli elementi di gioco.

Ci ha sorpresi invece vedere una maggiore brillantezza dello schermo a parità di luminosità che restituiva colori più vibranti e una generale migliore pulizia dell’immagine, fermo restando che la prova è avvenuta all’interno di una stanza ben illuminata e non all’esterno a diretto contatto con la luce naturale. Switch Lite non ha un sensore di luminosità, quindi dovrete ricordarvi di impostare manualmente la luminosità desiderata.

A parte il nuovo design e alcune sostanziali differenze, in termini di prestazioni le due console sono equivalenti. L’essere più piccola non comporta una perdita di potenza: l’abbiamo provata per qualche breve sessione con Super Mario Odyssey e New Super Mario Bros. U Deluxe che erano alcuni tra i titoli a libera disposizione. La prova complessiva è stata di circa un’ora quindi non abbiamo elementi per dirvi quanto effettivamente duri una sessione sotto sforzo della console, ma Nintendo assicura che la durata della batteria varia tra le 3 e le 7 ore, 4 se si gioca con The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Rispetto al primo modello di Switch l’incremento di batteria è lieve, ma sufficiente a darvi un’altra consistente ora in compagnia di Link.

Perché acquistare Switch Lite?

Switch Lite non va assolutamente pensato come un upgrade del vecchio Nintendo Switch, né tantomeno come una sua variante più povera, ma si tratta invece di un diverso modello che vuole intercettare un target non ancora catturato a pieno dalla particolarità dell’ibrida della casa di Super Mario. Se non vi interessa connettere la console alla TV, giocare con i Joy-Con staccati usando uno schermo da 6,2 pollici in piedi sul vostro tavolino, allora troverete nella maggior compattezza e un più basso prezzo di Switch Lite un alleato per la vostra quotidianità sempre in movimento. L’incremento sensibile di durata della batteria garantisce un po’ più di autonomia quando siete fuori.

Se siete una famiglia che già dispone di un modello di Switch non Lite, l’acquisto di una seconda console può essere influenzato dalla presenza o meno di bambini piccoli che reclamano l’oggetto del desiderio. Il materiale costruttivo e l’assenza di elementi estraibili rendono inoltre Switch Lite più robusta, mentre le dimensioni più contenute e la leggerezza facilitano il gioco e la presa per chi ha mani esili. Di contro però l’utilizzo a piene funzionalità di Nintendo Labo è possibile soltanto sfruttando un Nintendo Switch “top di gamma” perché, anche se è possibile utilizzare Joy-Con aggiuntivi con la versione Lite, la sua struttura differisce da quella dell’alloggiamento presente ad esempio nel kit veicoli.

Difficilmente riusciamo a immaginarla come secondo acquisto per chi fa già un uso estensivo di tutte le sue funzionalità, a patto che non vogliate liberarvi in qualche modo di un parente/compagno/amico che ve la soffia dalle mani, regalandogli il modello Lite o convincendolo all’acquisto personale. Esteticamente Switch Lite è gradevole e si presenta con una finitura opaca e controlli di gioco bianchi, disponibile in colorazioni più neutre come il grigio e più vivaci come il turchese e il giallo. È stata annunciata anche una versione dedicata al nuovo Pokémon Spada e Pokémon Scudo griffata Zacian e Zamazenta con due schemi colore per i controlli che purtroppo non abbiamo potuto vedere dal vivo, ma siamo certi che sarà un oggetto molto richiesto tra i fan e i più piccolini.

Switch Lite sarà disponibile a partire dal 20 settembre a un prezzo consigliato di 219,99 euro, e a patto di offerte stracciate sul modello principale, è la versione più economica disponibile pensata esclusivamente per giocare in mobilità, valida anche come primo acquisto se interessati a entrare nel mondo Nintendo fatto di titoli come The Legend of Zelda, Super Mario Maker 2 o Mario Kart 8 Deluxe.

Nintendo Switch Lite è disponibile in pre-order su Amazon a 219 euro.