PlayStation 4

PS5 e Xbox Scarlett daranno più tempo agli sviluppatori per creare i giochi

Varie caratteristiche di PS5 e di Xbox Scarlett sono ancora ignote, ma sappiamo già che useranno entrambe una CPU AMD Zen 2, ad esempio, inoltre sappiamo che la console Microsoft userà una memoria GDDR6 e probabilmente lo farà anche la macchina da gioco di Sony. Se PS4 e Xbox One sono sembrate solo un piccolo passo in avanti rispetto al passato, le nuove console sembrano invece compiere un vero salto tecnologico. Come si traduce in pratica questa differenza tecnica?

Basandoci sulle parole di Hemanshu Chhabra, di Tripe-I Games (sviluppatori dell’avventura d’azione Hindsight 20/20 in uscita in autunno), l’impatto di PS5 e Xbox Scarlett sarà notevole. Parlando ai microfoni di GamingBolt durante un’intervista, quando gli è stato chiesto cosa ne pensasse del nuovo hardware, Chhabra ha affermato: “Essendo noi al lavoro su un gioco completamente 3D caratterizzato da grandi mondi e molti personaggi, molto del nostro tempo è speso sulla grafica e sulle ottimizzazioni della CPU. Desideriamo dare ai giocatori un’esperienza fluida a 1080p/60fps su tutte le piattaforme. Per un gioco completamente 3D con grandi mondi, alcuni dei quali hanno fasi di gameplay che si sviluppano su molte ore, è una grande sfida.”

Ha poi continuato affermando: “La nostra ottimizzazione della CPU include processare l’IA di cui abbiamo bisogno, limitare la portata della sensibilità delle entità per far sì che esse processino solo quello di cui hanno bisogno, dobbiamo ottimizzare la fisica e via dicendo.”

Chhabra spiega poi che anche a livello grafico c’è molto lavoro da fare e conclude dicendo: “Per noi, una CPU e una GPU migliori significa avere il lusso di spendere più tempo per creare il gioco. Il mio background è ingegneristico ma, per quanto apprezzi il lavoro di ottimizzazione, in qualità di game designer preferisco spendere molto più tempo sulla creazione e sul perfezionamento del gioco, integrando più idee che possano rendere il prodotto migliore. Mi aspetto che succeda questo con i nostri futuri titoli, avremo più bandwidth per realizzare i nostri obbiettivi.

Non è la prima volta che sentiamo un’opinione del genere. Tutti quegli sviluppatori che non si dedicheranno a grandi progetti e che quindi non potranno sfruttare la potenza di PS5 e Xbox Scarlett per raggiungere nuovi livelli tecnologici con le proprie opere, si avvantaggeranno della next-gen per realizzare giochi più grandi con maggiore facilità, dovendo ottimizzare meno. Diteci, cosa ne pensate?

Prima di PS5 e Xbox Scarlett, dobbiamo giocare a tutti grandi titoli per PlayStation 4 e Xbox One usciti e che usciranno.