Tom's Hardware Italia
GOOGLE STADIA

Stadia già supportato da Unreal Engine

Stadia promette grandi cose, ma prima di tutto dovranno essere resi disponibili vari giochi: fortunatamente Epic supporterà Stadia con l'Unreal Engine.

La notizia del momento è solo una: Stadia, la nuova piattaforma cloud-based di Google che promette di farci giocare qualsiasi videogame, da computer, tablet, smartphone o TV (quest’ultimo tramite Chromecast Ultra), utilizzando anche un controller con funzioni uniche. Prima, però, devono essere resi disponibili i giochi. Per questo Google ha subito puntato a stringere varie collaborazioni con le terze parti.

Con Project Stream, la società di Mountain View ha ottenuto il supporto di Ubisoft e di Assassin’s Creed Odyssey; durante la conferenza, abbiamo sentito le parole di id Software, che ha avuto modo di sviluppare una versione dedicata di DOOM Eternal, primo grande gioco confermato per la piattaforma, insieme ad alcune demo tecniche.

Un vero supporto però inizia con i motori di sviluppo e proprio per questo Google si è unita a Epic Games. Già ora, infatti, gli sviluppatori possono utilizzare l’Unreal Engine per lavorare ai propri videogiochi. È stato rivelato che è possibile scoprire le nuove funzioni di Stadia grazie a “un’interfaccia familiare”; inoltre sarà possibile, per i developer, lavorare in locale e poi depositare le proprie creazioni in cloud. Questo significa che è sufficiente condividere un link per dare accesso un test su una versione preliminare: un modo in più per eliminare le barriere tra sviluppatori e giocatori.

Arciel Rekman, senior platform engineer di Epic, ha affermato: “Abbiamo iniziato a supportare Stadia per assicurarci che gli sviluppatori che usano Unreal Engine possano essere subito in corsa per creare nuovi successi sulla piattaforma Google. Oggi, rilasceremo una nuova componente [dell’Unreal Engine] dedicata a Stadia per aiutare gli sviluppatori a portare i propri prodotti al maggior numero di giocatori possibili.

In questo momento non possiamo prevedere il futuro di questa tecnologia e i risultati commerciali; è impossibile però negare che Google si stia muovendo nella giusta direzione per dare supporto agli sviluppatori e, quindi, mettere le basi per la realizzazione di molti giochi interessanti, con forse funzioni uniche come quelle intraviste durante la conferenza di ieri sera. Inoltre, come vi abbiamo detto, ci sarà un team dedicato allo sviluppo di titoli esclusivi e al supporto dei team di terze parti. Diteci, quali sono le vostre speranze per Stadia?