Google Stadia

Google Stadia: come funziona, prezzo, data di uscita e giochi disponibili

Google Stadia è un servizio di game streaming sviluppato da Google. Tramite molteplici device ci permette di giocare un videogame in formato streaming, senza quindi dover possedere una console o un computer da gaming di alta fascia. Si tratta di una proposta estremamente interessante e, secondo molti, l’unico futuro possibile per i videogiochi.

Se siete qui, però, è perché avete ancora qualche dubbio e volete sapere esattamente come funziona, qual è il prezzo, i giochi, l’hardware necessario per giocare e tutti i dettagli relativi a questo nuovo servizio. Non dovete quindi far altro se non leggere questo nostro approfondimento dedicato a Google Stadia, regolarmente aggiornato nel corso dei mesi per tenervi sempre al corrente di ogni cambiamento.

Google Stadia: come funziona, prezzo, data di uscita e giochi disponibili

Analizziamo tutti i dettagli su Google Stadia.

Cos’è Google Stadia?

Google Stadia è un servizio, non una console. È una piattaforma alla quale si può accedere da diversi tipi di device. I giochi non vengono riprodotti localmente sulla macchina da gioco che utilizziamo, ma vengono eseguiti sui server di Google, i quali poi inviano tramite connessione internet i dati al nostro computer/smartphone/TV.

Il requisito fondamentale è quindi la velocità di connessione: ci sono limiti fondamentali da rispettare. Vediamo però più precisamente chi e in che modo è possibile accedere a Google Stadia.

In Italia Google Stadia è disponibile?

Il servizio Google Stadia è disponibile da martedì 19 novembre 2019 nei seguenti Paesi:

  • Stati Uniti (non alle Hawaii, a Guam o nelle Isole Vergini Americane)
  • Canada
  • Regno Unito
  • Francia
  • Italia
  • Germania
  • Spagna
  • Svezia
  • Danimarca
  • Norvegia
  • Finlandia
  • Belgio
  • Irlanda
  • Paesi Bassi

Se compro Google Stadia in un Paese supportato e poi mi trasferisco, posso continuare a giocare?

Se acquisti Google Stadia in uno dei Paesi sopra indicati e poi ti trasferisci in un altro Paese sopra indicato, potrai continuare a giocare senza alcun problema. Se acquisti Google Stadia in un Paese supportato e poi ti trasferisci in un Paese non supportato, non potrai continuare a usufruire del servizio.

Cosa mi serve per giocare a Google Stadia?

Per giocare a Google Stadia è necessario possedere almeno uno dei seguenti hardware:

  • Televisore + Google Chromecast Ultra + Stadia Controller;
  • Computer desktop/Laptop: mouse + tastiera, oppure qualsiasi controller compatibile;
  • Tablet con Chrome OS + qualsiasi controller compatibile;
  • Smartphone Android (lista completa sotto) + qualsiasi controller compatibile.

Queste sono le piattaforme supportate al D1 e ancora adesso, a giugno 2020. Nel corso del tempo la società vuole rendere disponibile Google Stadia su un maggior numero di hardware, potenzialmente qualsiasi dispositivo che supporti l’ultima versione di Google Chrome.

Quali smartphone sono compatibili con Google Stadia?

Ecco la lista completa degli smartphone compatibili con Google Stadia:

  • Google Pixel 2
  • Google Pizel 2 XL
  • Google Pixel 3
  • Google Pixel 3 XL
  • Google Pixel 3a
  • Google Pixel 3a XL
  • Google Pixel 4
  • Google Pixel 4 XL
  • Samsung Galaxy S8
  • Samsung Galaxy S8+
  • Samsung Galaxy S8 Active
  • Samsung Galaxy Note8
  • Samsung Galaxy S9
  • Samsung Galaxy S9+
  • Samsung Galaxy Note9
  • Samsung Galaxy S10
  • Samsung Galaxy S10E
  • Samsung Galaxy S10+
  • Samsung Galaxy Note10
  • Samsung Galaxy Note10+
  • Samsung Galaxy S20
  • Samsung Galaxy S20+
  • Samsung Galaxy S20 Ultra
  • Razer Phone
  • Razer Phone 2
  • ASUS ROG Phone
  • ASUS ROG Phone II

Inoltre, tutti gli smartphone con OS Android (anche se non inclusi nella lista qui sopra) permettono di giocare ai videogame Google Stadia tramite l’app dedicata. Il supporto però è in fase di test, quindi potrebbero esserci problemi.

Posso giocare su più dispositivi con lo stesso account?

Un singolo account può essere usato su più dispositivi. Ovvero potete passare da computer, allo smartphone o al Chromecast Ultra connesso al televisore. È importante ricordare, però, che uno stesso account non è utilizzabile su più dispositivi nello stesso istante. Se ad esempio state giocando su PC, una seconda persona non può giocare su smartphone.

Google Stadia: ecco i requisiti di connessione

Oltre ad avere un hardware compatibile con Google Stadia, è fondamentale avere una connessione che possa supportare i giochi. A seconda della velocità di connessione, potremo raggiungere certi livelli di qualità visiva e audio. Vediamo quali sono i requisiti:

  • 10 Mbps:
    Risoluzione massima: 720p
    Frame rate massimo: 60 FPS
    Qualità audio massima: Stereo
  • 20 Mbps:
    Risoluzione massima: 1080p, HDR (High Dinamic Range)
    Frame rate massimo: 60 FPS
    Qualità audio massima: Surround 5,1
  • 35 Mbps:
    Risoluzione massima: 4K Ultra HD, HDR (High Dinamic Range)
    Frame rate massimo: 60 FPS
    Qualità audio massima: Surround 5,1

Come faccio a sapere se la mia connessione è sufficiente per giocare con Stadia?

La velocità di connessione è quindi un fattore primario da verificare prima di acquistare un bundle o un gioco di Google Stadia. Se non siete pratici sotto questo punto di vista, la società di Mountain View viene in vostro soccorso con un sito dedicato: potete eseguire un test di velocità che vi indicherà subito se la vostra connessione è sufficiente per giocare. Dovete solo raggiungere il sito dedicato e premere il pulsante “Controlla Ora”. Ovviamente dovete fare il test con la stessa connessione che volete usare per giocare: è consigliabile anche interrompere servizi di streaming video (come YouTube) o download di qualsiasi tipo per non viziare il risultato del test.

Posso giocare a Google Stadia in piena mobilità?

È impossibile, attualmente, giocare in piena mobilità. Il servizio non supporta in questo momento le reti 4G: in futuro arriverà il supporto al 5G, ma sarà valido solo per quelle domestiche.

La mia connessione è instabile: cosa succede se mi disconnetto per sbaglio?

Nel caso nel quale la vostra connessione si interrompa mentre state giocando, Google Stadia salverà la sessione in corso per alcuni minuti. In questo modo, se il disservizio della rete sarà breve, sarà possibile rientrare nella partita senza perdere alcun dato. Se invece non si rientra in partita in tempo, si perderanno tutti i dati non salvati.

La mia velocità connessione è variabile: cosa succede al gioco?

Se la tua connessione non è perfettamente stabile e ci sono dei cali di velocità, il gioco si adatterà in automatico diminuendo la risoluzione, alzandola nuovamente quando la velocità lo permetterà.

Specifiche tecniche

I giochi, come è stato detto, vengono riprodotti dai server di Google. Quali sono le specifiche tecniche alla base di tale tecnologia? Ecco i dettagli:

  • CPU x86 personalizzata a 2,7 GHz con hyper-threaded, AVX2 SIMD e 9,5 MB di cache L2+L3
  • 16GB di RAM con prestazioni fino a 484 GB/s
  • GPU AMD personalizzata, con memoria HBM2 e 56 Compute Unit capaci di offrire una potenza di calcolo di 10,7 teraflops (PS4 Pro arriva a 4.2, mentre Xbox One X arriva a 6)
  • Archiviazione su SSD cloud
  • Il servizio gira su Linux e API Vulkan

Come potete vedere, non viene indicato in modo preciso se la CPU sia Intel o AMD. Il fatto che si parli di “hyper-threaded” fa però pensare che si tratti di una tecnologia Intel, visto che AMD utilizza la nomenclatura SMT (Simultaneous Multi-Threading).

Prezzo e tipologia di abbonamenti, bundle e giochi

Per poter accedere al servizio è necessario sottoscrivere un abbonamento tra due disponibili. Vediamo quali sono, cosa offrono, quando saranno disponibili e i relativi costi.

Abbonamento Stadia Pro

L’abbonamento Stadia Pro è disponibile fin dal D1. Si tratta di un abbonamento mensile. Ecco tutti i dettagli:

  • Costo: 9,99 euro al mese
  • Risoluzione massima: 4K Ultra HD
  • Frame rate massimo: 60 FPS
  • Audio massimo: 5,1 surround

Stadia Pro dà inoltre accesso a una raccolta di giochi gratuiti in continua espansione. Chi possiede questo abbonamento può acquistare in qualsiasi momento giochi disponibili su Google Stadia con accesso a una serie di sconti esclusivi.

Con Stadia Pro posso giocare con tutti i giochi della piattaforma senza costi aggiuntivi?

No, con l’abbonamento Stadia Pro si ha accesso a un catalogo limitato e definito da Google: ogni mese vengono aggiunti alcuni giochi (in numero variabile). I giochi che vengono rilasciati su Google Stadia non sono tutti disponibili all’interno di Stadia Pro. L’abbonamento Stadia Pro permette “solo” di giocarli alla qualità massima.

Abbonamento Stadia Gratis (Stadia Base)

Se si possiede un account Google Stadia e si disdice l’abbonamento Pro, si passa a quello Base. Ecco i dettagli sulla versione Base:

  • Costo: Gratis
  • Risoluzione massima: 1080p
  • Frame rate massimo: 60 FPS
  • Audio massimo: stereo

Con l’abbonamento Stadia Base non è possibile accedere al catalogo di giochi gratuiti. L’unico modo per giocare sarà acquistare i singoli giochi, ma non si avrà accesso agli sconti esclusivi.

Se ho comprato un gioco e poi disdico l’abbonamento a Stadia Pro, cosa succede?

Nel caso nel quale, mentre sei abbonato a Stadia Pro, decidi di acquistare un gioco, questo rimarrà per sempre disponibile. Potrai giocare tranquillamente anche se deciderai di passare all’abbonamento Stadia Base. È importante notare, però, che se passerai a Stadia Base il gioco non sarà più riprodotto alla qualità massima, ma sarà riprodotto non oltre i 1080p con audio stereo, come indicato qui sopra.

Se ho ricevuto dei giochi gratis con Stadia Pro e disdico l’abbonamento, posso giocare ancora?

I giochi gratis ottenuti con Stadia Pro sono disponibili unicamente se si è abbonati. Se si disdice l’abbonamento si perde accesso a tali giochi. Se, ad esempio, dopo vari mesi ci si abbona nuovamente a Stadia Pro, si ha nuovamente accesso ai giochi precedentemente ottenuti. Se mentre non si è abbonati vengono regalati nuovi giochi e non li si può reclamare perché non si è abbonati a Stadia Pro, si perde l’accesso a tali giochi. Non è possibile avere accesso in modo retroattivo a tali giochi gratuiti. Questo funzionamento è lo stesso di PS Plus e Xbox Live Gold.

Se interrompo il mio abbonamento Stadia Pro, cosa succede ai miei dati di salvataggio?

I dati di salvataggio dei giochi ottenuti tramite Stadia Pro sono sempre disponibili. Se si disdice l’abbonamento e poi ci si abbona nuovamente, è possibile continuare a giocare con i propri dati di salvataggio. Se si ha ottenuto un gioco gratis con Stadia Pro, e si decide di disdire l’abbonamento, si perde accesso al gioco, ma acquistando tale gioco si può continuare a giocare con i propri dati di salvataggio, senza alcuna perdita.

Se compro un gioco e poi viene eliminato da Google Stadia, cosa succede?

Se un gioco viene eliminato dal catalogo, chiunque l’abbia precedentemente acquistato può continuare a giocare senza alcun problema.

Google Stadia Premier Edition

Attualmente è disponibile all’acquisto unicamente Google Stadia Premier Edition. Vediamone il contenuto:

  • Stadia Controller in colorazione standard “Clearly White”
  • Cavo da USB-C a USB-A
  • Alimentatore per controller Stadia
  • Google Chromecast Ultra (colore: nero)
  • Alimentatore con cavo integrato per Chromecast Ultra

Cosa non è incluso nella Premier Edition?

La versione Premier non include:

  • Abbonamento Stadia Pro
  • Il Buddy Pass (esclusivo della Founder Edition, non più disponibile)
  • Il badge esclusivo (esclusivo della Founder Edition, non più disponibile)

La Premier Edition è ancora disponibile?

Sì, la Premier Edition è attualmente disponibile e se si vuole ottenere un pacchetto completo per giocare a Google Stadia è possibile ordinarla tramite lo store Google.

Quanto costa la Premier Editon?

La Premier Edition costa 99.99 €.

Dove posso preordinare la Founder’s Edition? Come funziona?

La spedizione è gratuita. Per preordinare è necessario premere il pulsante azzurro “Preordina” che si trova in alto a destra sul Google Store e poi eseguire i seguenti passaggi:

  • Confermare il preordine premendo il pulsante “Preordina” al centro dello schermo.
  • Nella successiva schermata, è possibile aggiungere al proprio preordine un secondo controller Stadia (uno è già incluso all’interno del bundle).
  • Poi bisogna premere il pulsante blu al centro “Vai al carrello”.
  • Infine premere “Paga”, a destra: il pagamento avverrà unicamente al momento della spedizione. È necessario immettere un indirizzo di consegna e un metodo di pagamento.

I metodi di pagamento accettati sono i seguenti:

  • American Express
  • MasterCard
  • Visa
  • PayPal
  • Saldo di Google Pay

Stadia Controller

Come indicato sopra, all’interno della Founder’s Edition e della Premier Edition è presente uno Stadia Controller, obbligatorio nel caso si voglia giocare tramite Google Chromecast Ultra sul proprio TV. Vediamo, per iniziare, i dettagli tecnici del prodotto:

  • Prezzo di listino: 69,99€
  • Dimensioni: 163 x 105 x 65 mm (dimensioni molto simili a quelle del Dualshock 4 e del controller Xbox One)
  • Peso: 268 g
  • Connessione Wi-Fi: Connettività dual-band (2,4/5 GHz) IEEE 802.11
  • Bluetooth: Bluetooth Low Energy 4.2 (BLE)
  • Jack per cuffie da 3,5 mm (per cuffie con o senza microfono, non sono supportate cuffie bluetooth)
  • USB: Porta USB-C per ricaricare, giocare collegando un cavo e utilizzare accessori come cuffie USB-C
  • Batteria: Batteria interna ricaricabile agli ioni di litio
  • Colore: Night Blue (versione esclusiva inclusa nella Founder’s Edition), Clearly White (versione inclusa nella Premier Edition oppure preordinabile singolarmente), Just Black, Wasabi (versioni preordinabili separatamente)

Il controller propone inoltre due pulsanti particolari:

  • Pulsante Assistente Google: permette di attivare il microfono e utilizzare le funzioni di Assistente Google (attualmente limitate all’avvio del gioco su Chromecast Ultra)
  • Pulsante Capture: permette di acquisire immagini e video.

Il Controller Stadia comunica direttamente con il server tramite Wi-Fi (solo in caso si giochi con Chromecast, altrimenti va connesso tramite USB-C). Per configurarlo è necessario un dispositivo mobile con i seguenti requisiti OS:

  • Android: versione 6,0, Marshmallow o successive
  • iOS: versione 11 o successive

Con quali dispositivi è compatibile il Controller Stadia?

Il Controller Stadia è utilizzabile per giocare tramite Google Stadia su ogni piattaforma supportata dal servizio. Con il Chromecast Ultra è obbligatorio utilizzare lo Stadia Controller, mentre su computer e mobile è anche possibile usare qualsiasi controller compatibile con il device.

Quindi non sono obbligato a usare il Controller Stadia?

No, su computer desktop, laptop, tablet Chrome OS e smartphone è possibile utilizzare qualsiasi altro controller o sistema di input compatibile.

Inoltre, è stata confermata una lista parziale delle periferiche di input compatibili con i vari schermi di Google Stadia:

  • Mouse e Tastiera: Solo su PC, sia USB che Bluetooth
  • Dualshock 4 (PlayStation 4): sia USB che Bluetooth, sia PC che mobile
  • Controller Xbox One Standard: sia USB che Bluetooth, sia PC che mobile
  • Controller Xbox One Elite: solo USB, sia PC che mobile
  • Xbox Adaptive Controller: sia USB che Bluetooth, sia PC che mobile
  • Controller Xbox 360: solo USB, sia PC che mobile
  • Controller Pro di Switch: sia USB che Bluetooth, solo PC

Per giocare su Windows, MacOS, Linux e ChromeOS potrebbe essere necessario scaricare driver aggiuntivi per usare i controller sopra riportati: Google Stadia non si occupa di fare tali download. Il pulsante “Home” dell’Xbox Adaptive Controller non è supportato su Android, Linux e ChromeOS. Mentre sul controller di Xbox One il tasto “Home” non è supportato perché potrebbe aprire la Windows Game Bar quando premuto.

Viene infine specificato che quelli indicati non sono tutti i controller e le periferiche di input compatibili, quindi è possibile che altri controller funzionino con Stadia, a seconda della compatibilità con Chrome e Android. In pratica, se avete dei controller non elencati dovrete provare voi stessi per assicurarvi che funzionino o meno.

Come connetto il Controller Stadia a smartphone, tablet e PC?

È possibile connettere il Controller Stadia a smartphone, tablet e PC unicamente tramite cavo USB-C. Non è possibile connettere il controller a tali device tramite connessione wireless. Per impostare il controller è necessario utilizzare l’app mobile dedicata.

In che modo connetto le cuffie allo Stadia Controller?

Il controller non supporta le cuffie Bluetooth. Si può connettere le cuffie unicamente tramite cavo al jack da 3.5 mm. Se si gioca su PC e mobile, invece, si può connettere direttamente le cuffie Bluetooth al device utilizzato.

Il Controller Stadia è compatibile con altri giochi, esterni a Google Stadia?

Collegandolo tramite cavo USB, il controller Stadia agisce come un qualsiasi controller USB HID standard e può funzionare su altre piattaforme, a seconda del gioco e della configurazione. Ovviamente il controller Stadia è ottimizzato per Google Stadia.

Quanti Controller possono essere usati in contemporanea?

Per quanto riguarda il gioco in locale, è possibile connettere contemporaneamente un massimo di quattro controller.

Posso giocare a Stadia con Daydream o altri visori VR?

Attualmente non ci sono notizie in merito al supporto della Realtà Virtuale.

Google Chromecast Ultra

Nel caso nel quale decidessimo di giocare sul nostro TV, dovremo obbligatoriamente utilizzare un Google Chromecast Ultra, incluso all’interno della Founder’s Edition. Vediamone i dettagli tecnici:

  • Prezzo di listino: 79,00€
  • Dimensioni: 58,2 x 13,7 x 58,2 mm
  • Cavo di alimentazione: 2 m
  • Peso: 47 g (dispositivo), 101 g (adattatore)
  • Colore: Nero
  • Risoluzione massima: 4K Ultra HD, HDR (High Dinamic Range)
  • Connessione wireless: Wi-Fi 802.11ac (2,4 GHz/5 GHz) 1 x 2 MISO
  • Connessione tramite Ethernet: Porta Ethernet presente sull’alimentatore
  • Altre porte e connettori: Cavo HDMI per collegarlo direttamente alla TV, Micro USB per ricarica e trasferimento dati
  • Include il cavo di alimentazione e l’alimentatore con porta Ethernet

Per poter utilizzare il Google Chromecast Ultra è necessario utilizzare un dispositivo mobile o un computer. Ecco i requisiti in termini di sistema operativo per i vari device:

  • Android: versione 4,2 o successive
  • iOS: versione 9,2 o successive
  • macOS X: versione 10,9 o successive
  • Windows: Windows 7 o successivi

Grazie a un aggiornamento, anche i Chromecast Ultra già in vostro possesso sono compatibili con Google Stadia. Ovviamente, per poter giocare è necessario uno Stadia Controller (acquistabile singolarmente).

I giochi di Google Stadia

Arrivati a questo punto abbiamo capito come giocare con Google Stadia. La domanda quindi è: quali sono i giochi disponibili? Vediamo insieme la lista completa dei giochi confermati fino a questo momento. Quelli in grassetto devono ancora essere rilasciati. “First on Stadia” indica che è un titolo in esclusiva temporale. Non sono riportate edizioni speciali aggiuntive.

  • Assassin’s Creed Odyssey: il più recente capitolo della serie di Ubisoft, è un’avventura d’azione open world con elementi da gioco di ruolo;
  • Assassin’s Creed Valhalla: il nuovo capitolo ad ambientazione nordica della saga Ubisoft, in arrivo a fine 2020;
  • Attack on Titan 2 Final Battle: tie-in dell’apprezzata serie anime “Attacco dei giganti”, è un action in terza persona diviso i missioni;
  • Baldur’s Gate 3: nuovo capitolo della storica serie che ha segnato il genere dei GDR, in sviluppo prezzo Larian Studios;
  • Borderlands 3: quarto capitolo della serie di looter shooter di Gearbox Software;
  • Celeste: un platform vecchio stile in pixel art nel quale interpretiamo una ragazza;
  • CHORUS: sparatutto spaziale che ci porterà in giro per la galassia, a bordo nella nostra navicella armata;
  • Cyberpunk 2077: gioco di ruolo sci-fi realizzato a partire dal gioco da tavolo Cyberpunk 2020, sviluppato dai creatori di The Witcher 3;
  • Cratya: un sandbox creativo multigiocatore che permette di creare oggetti ed edifici con gli amici;
  • Cris Tales: un gioco di ruolo in stile orientale, a turni, nel quale possiamo sfruttare il tempo per combattere ed esplorare;
  • Darksiders Genesis: hack ‘n’ slash con visuale isometrica che ci permetterà di controllare Guerra e Conflitto;
  • Destiny 2: nella versione “La collezione” è il gioco gratuito di Novembre 2019 per abbonati Stadia Pro;
  • Destroy All Humans!: remake dello sparatutto in terza persona del 2005 per PS2 e Xbox;
  • DOOM: reboot della saga, sparatutto in prima persona ad alto tasso di adrenalina;
  • DOOM Eternal: seguito del reboot della saga, in uscita il 22 novembre 2019;
  • DOOM 64: versione remaster del gioco rilascio originariamente solo su Nintendo 64
  • Dragon Ball Xenoverse 2: picchiaduro a incontri dedicato a Goku e ai personaggi di Toriyama;
  • Embr: simulatore arcade di vigili del fuoco in prima persona;
  • F1 2020: gioco di guida simulativa sviluppato da Codemasters;
  • Farming Simulator 19 Platinum Edition: edizione definitiva del simulatore di coltivazione;
  • FIFA 21: nuovo capitolo dell’amata serie sportiva di EA;
  • Final Fantasy XV: più recente capitolo della serie di JRPG di Square Enix, è un action open world;
  • Football Manager 2020: simulatore di gestione di una squadra di calcio;
  • Get Packed – First on Stadia: simulatore di traslochi folli, è un party game coop;
  • Ghost Recon Breakpoint: seguito di Ghost Recon Wildlands di Ubisoft, è uno sparatutto in terza persona;
  • GRID: simulatore di guida sviluppato da Codemaster;
  • Gunsport – First on Stadia: un gioco 2vs2 multigiocatore a base di pallavolo e armi da fuoco;
  • GYLT: nuovo gioco di Tequila Works, creatori di RiME e The Sexy Brutale;
  • Hello Neighbor: uno stealth game nel quale dobbiamo riuscire a svelare i segreti di un vicino molto sospetto;
  • Hitman: primo capitolo della trilogia di IO Interactive, uno stealth game che premia la creatività;
  • Hitman 2: seguito diretto del primo gioco di IO Interactive che ne mantiene struttura e stile;
  • Hotline Miami 2 Wrong Number: action con visule dall’alto nel quale dobbiamo eliminare ogni nemico all’interno del livello, sapendo che un solo colpo ci può uccidere;
  • Immortal Fenyx Rising: un gioco d’azione ad ambientazione mitologica di Ubisoft;
  • Jotun L’edizione Valhalla: gioco d’azione ad ambientazione norrena;
  • Just Dance 2020: il più recente capitolo della serie di ballo di Ubisoft;
  • Just Shapes & Beats: un gioco musicale arcade, molto colorato;
  • Kine: si tratta di un puzzle game con dinamiche platform;
  • KONA: un gioco horror di sopravvivenza che ci immergerà nella neve;
  • Lara Croft e il Tempio di Osiride: avventura in visuale isometrica che unisce enigmi e combattimenti;
  • Little Nightmares: avventura platform dalle tinte cartoon horror;
  • Lost Worlds Beyond the Page – (“First on Stadia”): un’avventura narrativa con puzzle che ci lancia all’interno delle pagine del diario di una giovane ragazza;
  • Madden 21: prossimo capitolo della serie dediata al football americano di EA;
  • Marvel’s Avengers: game as a service action in cui interpretiamo i Vendicatori, sviluppato da Crystal Dynamics e prodotto da Square Enix;
  • Metro 2033 Redux: versioni rimasterizzata del primo capitolo della serie Metro;
  • Metro Last Light Redux: versione rimasterizzata del secondo capitolo della serie Metro;
  • Metro Exodus: terzo capitolo di una serie di sparatutto survival in prima persona ad ambientazione post-apocalittica;
  • Monopoly: il noto gioco da tavolo in versione digitale, sviluppato da Ubisoft;
  • Monster Boy and the Cursed Kingdom: metroidvania bidimensionale, seguito spirituale di Wonderboy;
  • Monster Energy Supercross 3: il nuovo capitolo di motocross dedicato a Monster Energy;
  • Monster Jam Steel Titans: gioco di guida dedicato ai truck monster;
  • Mortal Kombat 11: il più recente capitolo della serie di picchiaduro di Warner Bros. Interactive Entertainment;
  • MotoGP 20: gioco di guida motociclistica, dalla forte impronta realistica;
  • NBA 2K20: il capitolo 2019 della serie di basketball di 2K;
  • NBA 2K21: il capitolo 2020 della serie di basketball di 2K;
  • Octopath Traveler: gioco di ruolo di Square Enix, già disponibile su PC e Nintendo Switch;
  • One Hand Clapping: un platform nel quale possiamo plasmare il mondo di gioco con la nostra voce;
  • Orcs Must Die! 3: terzo capitolo della serie, in arrivo come esclusiva temporale di Google Stadia;
  • Panzer Dragoon Remake: dovremo guidare il nostro drago armato all’interno di una serie di livelli abbattendo tutti gli avversari;
  • PGA TOUR 2K21: gioco di golf di 2K;
  • PUBG: il battle royale di Bluehole, con tanto di cross-play con le altre piattaforme;
  • Power Ranger Battle for the Grid: picchiaduro basata sull’amata saga dei Power Ranger;
  • RAGE 2: sparatutto in prima persona sandbox ad alto tasso di esplosioni;
  • Red Dead Redemption 2: avventura western di Rockstar, prequel di Red Dead Redemption
  • Relicta: puzzle game in prima persona ambientato sulla Luna che ci chiede di manipolare gravità e magnetismo;
  • République: un gioco d’azione e stealth ambientato in un futuro distopico;
  • Rise of the Tomb Raider Celebrazione dei 20 anni: edizione completa del secondo capitolo di Tomb Raider
  • Risk of Rain 2: versione 3D dell’amato indie roguelike Risk of Rain;
  • Rock of Ages III Make & Break: un tower defense competitivo dal taglio arcade;
  • SAMURAI SHOWDOWN: picchiaduro a incontri di SNK;
  • Serius Sam Collection: nclude tutti i contenuti di Sam HD: The First Encounter, Serious Sam HD: The Second Encounter e Serious Sam 3: BFE, oltre alle espansioni The Legend of the Beast e Jewel of the Nile;
  • Shadow of the Tomb Raider: terzo capitolo delle avventure di Lara Croft;
  • Spiritfarer: un’avventura gestinoale nella quale dobbiamo trasportare le anime dei morti verso l’adilità;
  • Spitlings- (“First of Stadia”): gioco arcade cooperativo di THQ Nordic;
  • Stacks on Stacks (on Stacks) – (“First on Stadia”): ci chiederà di costruire una torre con vari materiali in un mondo 3D, cercando al tempo stesso di difenderla da una serie di nemici;
  • Star Wars Jedi Fallen Order: l’action di Respawn Entertainment, in arrivo in autunno;
  • SteamWorld Dig: un metroidvania procedurale steampunk, nel quale si scava nel terreno alla ricerca di materiali;
  • SteamWorld Dig 2: metroidvania classico, seguito diretto del primo capitolo;
  • SteamWorld Heist: spin-off della serie, strategico a turni ambientato nello spazio;
  • SteamWorld Quest: spin-off della serie, gioco di carte strategico ad ambientazione medievale;
  • Strange Brigate: uno sparatutto cooperativo ambientato negli anni ’30 in Egitto;
  • Sundered Edizione Occulto: gioco d’azione bidimensionale in stile metroidvania;
  • SUPERHOT: action in prima persona in cui il tempo avanza solo quando ci muoviamo;
  • SUPERHOT Mind Control Delete: seguito di SUPERHOT, ne espande la formula con nuovi livelli;
  • Super Bomberman R Online: il mitico Super Bomberman torna in una nuova forma, votata al multigiocatore;
  • The Crew 2: simulatore di guida che ci permetterà di esplorare tutti gli Stati Uniti con veicoli da strada, d’acqua e volanti;
  • The Division 2: looter shooter MMO in terza persona di Ubisoft;
  • The Elder Scrolls Online: MMORPG ambientato nel mondo di TES sviluppato da Zenimax e prodotto da Bethesda;
  • The Turing Test: puzzle game in prima persona ambientato su Europa, luna di Giove, che spinge al limite la differenza tra umano e macchina;
  • Thumper: rhythm game sviluppato da ex dipendenti Harmonix;
  • Tomb Raider Definitive Edition: primo capitolo delle avventure di Lara Croft sviluppate da Crystal Dynamics;
  • Trials Rising: più recente capitolo della serie platform di Ubisoft in cui dobbiamo completare percorsi con moto da cross;
  • UNO: il famoso gioco di carte in versione videogioco sviluppato da Ubisoft.
  • Watch Dogs Legion: terzo capitolo della serie Ubisoft ambientato in una Londra futuristica;
  • Wave Break: gioco di guida arcade a tema marittimo, con motoscafi e trick;
  • West of Loathing: un’avventura bidimensionale in stile slapstick western;
  • Windbound: un’avventura esplorativa survival ambientata in un arcipelago liberamente esplorabile;
  • Windjammers 2: titolo sportivo di lancio del frisbee dal taglio arcade;
  • Wolfenstein Youngblood: sparatutto coop, seguito di Wolfenstein 2 The New Colossus;
  • WWE 2K Battlegrounds: il gioco della WWE versione arcade cartoon;
  • Zombie Army 4: sparatutto arcade di Rebellion a tema Zombie (in arrivo anche l’espansione Blood Count)

Potete trovare tutti i trailer dei giochi di Google Stadia sul canale YouTube ufficiale.

Giochi gratis per gli abbonati Stadia Pro

I giochi aggiunti ogni mese rimangono disponibili per più mesi. Ecco i giochi gratis di Google Stadia disponibili in questo momento (aggiornamento 30/09/2020):

  • Celeste
  • Crayta Premium Edition
  • Dead by Daylight
  • Destiny 2 La Collezione
  • Embr Accesso Anticipato
  • Gunsport
  • GYLT
  • Hello Neighbor
  • Hitman
  • Human: Fall Flat
  • Jotun
  • Just Shapes & Beats
  • Lara Croft and the Temple of Osiris
  • Little Nightmares
  • Metro Last Light Redux
  • Orcs Must Die! 3
  • Panzer Dragoon Remake
  • Power Rangers Battle for the Grid
  • PUBG
  • Rock of Ages 3: Make and Destroy
  • SteamWorld Dig
  • SteamWorld Dig 2
  • SteamWorld Heist
  • SteamWorld Quest: Hand of Gilgamech
  • Strange Brigade
  • Super Bomberman R Online
  • Superhot
  • SUPERHOT: Mind Control Delete
  • West of Loathing

Google Stadia avrà giochi in esclusiva?

Sì, Google Stadia avrà giochi sviluppati in esclusiva. Il colosso di Mountain View ha creato un proprio studio, Stadia Games and Entertainment guidato da Jade Raymond, veterana dell’industria che ha lavorato per Ubisoft e EA, dove ha fondato il team EA Motive. Stadia Games and Entertainment si occuperà di sviluppare giochi, ma anche di supportare team di terze parti nella creazione di videogame per Google Stadia. Nel corso dei mesi, inoltre, il team di sviluppo è stato potenziato con nuovi membri esperti, provenienti da EA e Ubisoft.

I giochi di Google Stadia avranno funzioni uniche?

Sì, Google ha presentato una serie di funzioni uniche dedicate alla propria piattaforma. Ecco i dettagli:

  • Crowd Play: consente agli spettatori di un live streaming di partecipare al gioco direttamente con il creator dello stream.
  • State Share: permette di condividere con altri utenti le esatte condizioni di un nostro istante di gioco, ad esempio la nostra posizione, i nemici, la salute, l’equipaggiamento, etc. Altri giocatori possono provare a giocare tale sezione con le nostre stesse condizioni. Questa funzione non sarà disponibile in ogni gioco, ma dovrà essere integrata dagli sviluppatori. Attualmente nessun gioco supporta questa feature.

Privacy

Il nostro account Google Stadia sarà creato a partire dal nostro account personale Google. Questo significa che dovremo usare il nostro nome reale? No. Ecco la dichiarazione di Phil Harrison in merito: “L’account che utilizzerai per Stadia è costruito a partire dal tuo account Google, ma ovviamente avrai modo di creare un’identità online distinta da quella del tuo account personale Google. Il nostro obbiettivo è di proteggere e rispettare la privacy dell’utente, in ogni singolo elemento del servizio.

Posso cambiare il mio nickname liberamente?

Dopo aver creato il proprio account, è possibile cambiare il proprio nickname in modo gratuito una singola volta. Dalla seconda volta in poi, sarà necessario pagare una cifra ancora non definita.

I nostri approfondimenti su Google Stadia

Nel corso dei mesi abbiamo realizzato (e realizzeremo) vari approfondimenti sul Google Stadia. Potete ad esempio leggere le analisi dei giochi:

Oppure il nostro primo confronto tra Google Stadia e GeForce Now, che potete leggere a questo indirizzo.

La storia di Google Stadia

Questo nuovo servizio di game streaming è praticamente cosa fatta, ma alcuni potrebbero chiedersi quale sia la sua storia, da dove provenga. Cerchiamo di rispondere a questa domanda in poche righe.

Tutto inizia nel ottobre 2018, quando Google presenta ufficialmente Project Stream, un servizio di game streaming in fase di test. Project Stream è stato reso disponibile unicamente su suolo statunitense nel periodo compreso tra ottobre 2018 e gennaio 2019. Questa piattaforma permetteva di giocare gratuitamente ad Assassin’s Creed Odyssey sul proprio PC attraverso Google Chrome. L’opera, previa una connessione pari o superiore a 25 Mbps, veniva eseguita a 1080p e 60 FPS. È anche stato rilasciato un trailer d’annuncio che potete vedere qui sotto.

All’inizio del 2018, però, i rumor avevano segnalato l’esistenza non solo di un progetto streaming, ma anche di una nuova console conosciuta con il nome in codice di “Yeti”. Come sappiamo, la società non ha poi presentato alcuna console o hardware dedicato (tranne il già esistente Chromecast). Il vero annuncio di Google Stadia è avvenuto il 19 marzo 2019 durante la Game Developers Conference (GDC) 2019. È stato svelato il nome, le piattaforme di riferimento, la qualità massima in termini di risoluzione e di frame-rate, il controller, le specifiche tecniche, e il supporto di alcuni sviluppatori, compresa id Software con DOOM Eternal.

Google ha poi svelato nei mesi successivi lo “Stadia Connect”, una presentazione con un format simile al Nintendo Direct e State of Play. Il primo Stadia Connect è andato in onda nei giorni pre-E3 2019 (inizio giugno) confermando: le piattaforme di riferimento, le esatte velocità di connessione richieste, gli abbonamenti e relativi prezzi, il bundle Founder’s Edition, e il primo gruppo di giochi confermati per la piattaforma. Un secondo Stadia Connect è andato in onda poco prima dell’inizio della Gamescom 2019, verso la fine di agosto. In tale occasione è stata confermata una serie di giochi, compresi Cyberpunk 2077 e Watch Dogs Legion.

Il servizio è stato rilasciato il 19 novembre 2019 e, al D1, non ha ottenuto un ampio consenso da parte della stampa specializzata e del pubblico. Pur apprezzandone la stabilità, il servizio mancava di varie funzioni considerate basilari, come il supporto ai trofei (arrivato in seguito). Google ha però fatto qualche sorpresa al pubblico. Per iniziare, ha aumentato il numero di giochi gratis inclusi nell’abbonato Stadia Pro (da uno a due al mese) e ha fatto in modo che rimanessero disponibili per più mesi. Inoltre, ha regalato un Buddy Pass aggiuntivo a tutti i Founder.

A inizio 2020, sono inoltre stati promessi 120 giochi aggiuntivi in arrivo sulla piattaforma, di cui almeno dieci esclusive (probabilmente temporali). Il servizio è però rimasto “in silenzio” per più di un mese e gli appassionati non hanno apprezzato la cosa: Google ha quindi risposto che gli annunci di nuovi giochi sono completamente in mano agli sviluppatori e non sono nelle mani di Mountain View. Nelle settimane successive, in ogni caso, la società ha iniziato ad annunciare vari giochi in arrivo, anche se i rimandi di Cyberpunk 2077 e Marvel’s Avengers (previsti per la primavera e rimandati all’autunno) hanno di certo pesato.