Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Austin Evans ha provato a “costruire” PS5 e Xbox Scarlett

Austin Evans ha cercato e montato i vari componenti quanto più simili possibili alle configurazioni finali delle due console di casa Microsoft e Sony.

L’hype per l’uscita delle nuove generazioni di console è più alto che mai, è palpabile dalla quantità di notizie e post online riguardanti l’argomento. Per questo uno Youtuber, con ovviamente una buona conoscenza dell’hardware e del lato tech in generale, ha creato un PC con le stesse componenti utilizzate da PS5 e Xbox Scarlett.

Basandosi su alcune dichiarazioni ufficiali come quelle di Mark Cerny, e sui vari rumor esplosi online in questi ultimi mesi, il polare YouTuber Austin Evans ha cercato e montato i vari componenti quanto più simili possibili alle configurazioni finali delle due console di casa Microsoft e Sony.

Montando una CPU AMD Ryzen 3000, una scheda video AMD Navi Radeon RX 5700 con il supporto alla tecnologia Ray Tracing, RAM GDDR6, un disco SSD, ed altre parti hardware, lo YouTuber ha mostrato come girano alcuni videogiochi sulla sua macchina dimostrando inoltre, la concreta possibilità di come potrebbero girare effettivamente in 4K e a 60FPS.

È possibile quindi giocare in 4K e 60FPS? Con l’hardware in questione si, anche se molto difficile, ciò significa che PS5 e Xbox Scarlett non ce la faranno? Non esattamente, l’hardware delle console è chiuso e ottimizzato, con dei compromessi opportuni e un lavoro importante da parte degli sviluppatori è forse possibile riuscire nell’intento, ma se si considera anche il ray tracing, cominciano a sorgere dei dubbi sui reali proclami dedicati alle console next gen.

Le console di nuova generazione usciranno nel 2020 e nonostante il loro hardware sia stato già in parte svelato, rimangono da capire molte caratteristiche e soprattutto i giochi di lancio. Fino a ora, solo Halo Infinite è stato confermato per Xbox Scarlett. Cosa ne pensate di questo video di Austin Evans ? Le console si avvicineranno o riusciranno a fare di più?

Vi riportiamo il video qui sotto la pagina.