Giochi PC

Wasteland 3 è “un gioco molto più profondo e ampio”, assicurano gli sviluppatori

A pochi giorni di distanza dal rinvio dell’uscita di Wasteland 3, posticipato dal 19 maggio al 28 agosto, ecco che il team di sviluppatori di inXile Entertainment con un’intervista rilasciata alla redazione di Gamingbolt fornisce ai fan più impazienti nuovi dettagli sulle dinamiche del gioco. Qui per voi abbiamo riassunto brevemente l’intervista a Brian Fargo, direttore dello studio.

“Assolutamente sì. A parte i combattimenti, le decisioni profonde degli RPG e le scelte narrative sono un tratto distintivo della serie,” così esordisce Brian Fargo riferendosi alle peculiarità di Wasteland 3 rispetto i titoli precedenti della serie. “…Per cui ci abbiamo dedicato molto tempo. Il nostro stretto rapporto con i ragazzi di Obsidian ci permette di avere accesso ai loro strumenti di dialogo usati anche per The Outer Worlds, e li stiamo usando per creare una trama molto più profonda e intrecciata di quanto abbiamo potuto fare in passato. Abbiamo inoltre un team di scrittori su questo progetto, a differenza di Wasteland 2 dove era essenzialmente un solo ragazzo: Wasteland 3 è un gioco molto più profondo nel modo in cui ripaga la scelta dei giocatori.”

Wasteland 3

Il multiplayer sarà una delle peculiarità più importanti e complesse del gioco come viene sottolineato dal direttore: i giocatori influenzeranno a vicenda i percorsi di trama con le proprie scelte.

Si tratta probabilmente dell’ostacolo più grande per noi in questo momento… In un gioco in cui a qualsiasi azione vi sia una determinata conseguenza, compreso l’assassinio totale dei PNG delle quest. Dobbiamo capire l’ulteriore complessità quando ci sono due giocatori che possono avere obiettivi o modi diversi di giocare. Dobbiamo gestire una serie di scenari di casi limite.

La mappa del gioco si rivela infine più grande dei titoli precedenti con un numero maggiore di personaggi, posti da esplorare ed eventi a cui prendere parte:

La mappa del mondo del Colorado è molto più ampia di quella dell’Arizona di Wasteland 2, con una trama e i personaggi più densi dei giochi precedenti. Sappiamo che i giocatori vogliono avere la possibilità di vagare per la Wasteland e cercare di affrontare le sfide prima del dovuto, e noi naturalmente siamo a favore di questo tipo di gioco. Sono particolarmente contento che il contenuto non diventi mai ripetitivo, e che il giocatore possa sperimentare nuovi eventi e nemici fino alla fine.

Voi cosa ne pensate del gioco? Non vedete l’ora di metterci sopra le mani? Diteci la vostra nei commenti.

Se siete amanti della serie, potete già preordinare Wasteland 3 qui.