Xbox

Xbox Series X, Ninja Theory parla delle potenzialità del chip audio dedicato

L’hardware audio che arriverà sulle prossime console next-gen come Xbox Series X sarà in grado di fare la differenza rispetto al passato permettendo agli ingegneri del suono di trovare nuove soluzioni e implementare effetti sino ad ora inediti come quello che viene definito il ray tracing audio. Lo studio Ninja Theory che sta sviluppando Senua’s Saga: Hellblade 2 per la console Microsoft ha parlato di queste potenzialità con la testata VGC.

Il fatto che Xbox Series X abbia un chip dedicato significa che, nelle fasi di sviluppo, le potenzialità audio non dovranno essere sacrificate per dirottare le risorse su altri aspetti. Il responsabile dell comparto audio di Ninja Theory David Garcia ha dichiarato: «Solitamente è abbastanza ovvio che la grafica sia spinta dalle schede video ma per quanto riguarda l’audio non c’è stato un hardware dedicato nelle ultime console. Adesso abbiamo più risorse che possiamo impiegare in questo comparto». Ci sentiamo di dire che il parere di Ninja Theory a riguardo è più che autorevole dato il lavoro fatto con Hellblade: Senua’s Sacrifice sotto questo profilo.

Una scena da Hellblade: Senua's Sacrifice (2017)
hellblade

Al di là di come la si pensi sul gioco nel suo complesso, infatti, il titolo di Ninja Theory rappresenta sicuramente un risultato eccezionale sotto il profilo del sound design con molteplici livelli, effetti e sonoro direzionale. Proprio il senior sound designer di Ninja Theory Daniele Galante ha dichiarato: «È estremamente entusiasmante. Avremo un chip dedicato per l’audio e questo significherà che non dovremo più competere con programmatori e grafici per avere le risorse della memoria e del processore».

Microsoft ha lasciato intendere che Xbox Series X avrà una qualche forma di accelerazione hardware dell’audio che avrebbe dovuto illustrare nel corso della GDC di questo mese poi cancellato. Proprio uno degli effetti che questa componente della console permetterebbe di implementare è l’audio ray tracing come suggerito da un ingegnere di Microsoft, un effetto che proprio come la sua controparte grafica richiede molte risorse e quindi un hardware dedicato per essere implementato in pieno nei giochi.

Se non avete ancora giocato a Hellblade: Senua’s Sacrifice potete acquistarlo per PlayStation 4 su Amazon a questo indirizzo.