Tom's Hardware Italia
Telco

AGCOM, linee guida sulla rescissione dei contratti in presenza di prodotti a rate

L'AGCOM puntualizza come devono comportarsi gli operatori e pay TV in caso di rescissioni contrattuali con prodotti a rate abbinati.

L’AGCOM, con l’informativa pubblicata oggi, torna sulla questione della rateizzazione dei prodotti abbinata ai servizi offerti dagli operatori e dalle pay-TV, in caso di rescissione contratto. Le “Linee guida sui costi di dismissione e trasferimento dell’utenza nei contratti per adesione” adottate con delibera n. 487/18/CONS indicano come le società devono regolarsi in questi casi.

Prima di tutto, secondo l’AGCOM, è bene sottolineare che “il piano di rateizzazione di un prodotto o un servizio offerto congiuntamente al servizio principale” non può eccedere i 24 mesi. In secondo luogo bisogna ricordare che “la volontà espressa dall’utente al momento dell’adesione ad un piano di rateizzazione di un servizio o di un prodotto debba intendersi confermata fino al momento in cui l’utente decide di modificare quanto precedentemente espresso in fase di adesione al piano di rateizzazione”.

Insomma, se il cliente decide di rescindere prima da un contratto, che prevede anche un dispositivo a rate abbinato, il vecchio fornitore deve continuare a rispettare la modalità stabilita all’inizio. Volendo è possibile però “richiedere di effettuare il pagamento in un’unica soluzione delle rate residue in qualsiasi momento, anche successivamente al passaggio ad altro operatore, utilizzando tutti gli strumenti previste per la sottoscrizione di un’offerta (call center, punto vendita, posta elettronica certificata sito web e app di self care dell’operatore, etc.)”.

Inoltre gli operatori sono tenuti a fornire – sia sui propri siti istituzionali, sia in fase di sottoscrizione del contratto – tutte le informazioni del caso. Senza contare l’inserimento “nel modulo contenente la Nota informativa sulle procedure di portabilità, un’indicazione in merito alla possibilità per il cliente di effettuare il pagamento in un’unica soluzione delle rate mancanti dandone comunicazione all’operatore donating”.