e-Gov

AnicaOnDemand con MyMovies sfida Mediaset Infinity

AnicaOnDemand è una nuova piattaforma di streaming nata dalla collaborazione tra Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali), Cross Advertainment Network e MYmovies.it. Al primo sguardo appare davvero ben realizzata, ma è un altro il dettaglio che balza agli occhi: la qualità dei contenuti. Grazie al portale sul cinema MyMovies è stato possibile integrare recensioni e voti della community. La speranza ovviamente è che quest'ultima possa essere maggiormente coinvolta in futuro; l'integrazione con Facebook esiste già.

L'offerta al momento è risicata: 300 titoli circa, dei quali oltre 100 americani e poco meno di 90 italiani. D'altronde per ora hanno aderito tutti i produttori e distributori indipendenti italiani, mentre le trattive con Warner e Universal sono ancora in corso.

AnicaOnDemand

I prezzi sono compresi tra 1,99 a 3,99 euro. Tentando il noleggio poi si scoprono ulteriori dettagli. Il primo è che i film sono visibili solo in Italia, San Marino e Vaticano. Il secondo è che l'accesso è consentito solo tramite PC o Mac; niente tablet o smartphone. La riproduzione è illimitata nelle 48 ore di noleggio. Per quanto riguarda la risoluzione il sistema è in grado di adattarla in relazione alla velocità della connessione Web. Il massimo comunque è di 1280 x 720 pixel (720p), mentre le altre declinazioni sono 164p, 266p, 330p e 406p. La tecnologia di riferimento è Microsoft Silverlight – la stessa usata da Mediaset Infinity e probabilmente dal futuro Sky Online.

"AnicaOnDemand è una soluzione completa, controllata e protetta di film, serie e programmi televisivi, ma anche di documentari e audiovisivi in genere", si legge nella nota ufficiale. "Comprende non solo un’offerta B2C, rivolta dunque all’utente finale, ma anche servizi B2B in grado supportare altre piattaforme presenti sul mercato".

AnicaOnDemand

Il vero valore aggiunto in questo momento è dato dai parametri di ricerca dei titoli, che comprendono generi, argomenti (chiamati "Percorsi"), attori, registi, etc. Carina anche la funzione "ONDEscreen". Di fatto è un sistema per prenotare la visione in streaming di film ancora nelle sale cinematografiche. Ad esempio "Jimmy P." con Benicio del Toro mette a disposizione 294 posti per la prima visione online fissata dal 6 aprile. Questa è senza dubbio una nuova frontiera per il digitale, soprattutto se si considera il complicato sistema di licenze che regola i periodi finestra per le uscite al cinema, nei negozi, sulle pay TV e online.

"Crediamo molto nell'offerta legale online", ha spiegato il produttore Riccardo Tozzi, presidente di Anica, a La Repubblica. "Il nostro sito non sarà puramente commerciale, ma soprattutto informativo e promozionale per il nostro cinema, e non solo".