e-Gov

Baboom.com, da Kim Dotcom musica gratis per tutti noi

È online da ieri sera Baboom.com, il nuovo servizio per lo streaming musicale creato da Kim Dotcom. Il creatore di Megaupload si è rimesso subito in gioco dopo la chiusura del sito di file sharing, inizialmente con Mega (storage online), e oggi con un portale che cercherà di competere con Spotify, Google Music, Xbox music e simili.

Baboom per ora tuttavia non è che una pagina dimostrativa, che ospita solo il recente disco dello stesso Dotcom, intitolato "Good Times". Una demo che è comunque sufficiente per farsi un'idea di come sarà il servizio: la cosa più rilevante è che, a quanto pare, la musica su Baboom non solo sarà completamente gratuita, ma sarà possibile comunque finanziare gli artisti che apprezziamo di più.

Prendendo a esempio la pagina di Kim Dotcom, s'intuisce che per ogni artista sarà possibile ascoltare la musica online oppure scaricare i file in tre diversi formati (MP3, FLAC e WAV). Chi vorrà invece comprare i dischi in formato digitale sarà reindirizzato su iTunes, Amazon o Bandcamp.

Non manca l'integrazione di videoclip presi da YouTube, e delle attività social dell'artista. Nel caso di Dotcom è integrato il profilo Twitter e quello Instagram, ed è possibile seguirlo direttamente su Baboom.com. Tutte le altre funzioni presenti sul sito rimandano invece al form per iscriversi alla newsletter, con la quale tenersi aggiornati sulle future novità.

Quel che manca a Baboom.com in altre parole è la musica, che si suppone arriverà nei prossimi tempi. Di certo però non ci troveremo gli stessi artisti presenti sugli altri store online – gli editori non amano certo la distribuzione gratuita.

Non resterà comunque un deserto: ci sono molti musicisti al mondo e sono tantissimi quelli che non hanno alcun problema a distribuire gratuitamente il proprio lavoro. C'è per esempio Jamendo, un sito che appunto ospita migliaia di dischi di ogni genere, che si possono ascoltare e scaricare senza pagare alcunché – a meno che non si voglia fare un uso commerciale della musica scelta.

Kim Dotcom però in passato ha affermato con chiarezza che il suo obiettivo è rivoluzionare il mercato musicale, rompere le uova nel paniere al business tradizionale. Baboom.com sarà la leva che gli permetterà di farlo?