Tom's Hardware Italia
e-Gov

Chrome ha sorpassato definitivamente Internet Explorer

Statcounter ha rilevato il sorpasso di Chrome ai danni di Internet Explorer. I trend confermano che il distacco aumenterà nei prossimi mesi, a meno di colpi di scena. Intanto la versione mobile di Chrome inizia a impensierire anche Opera.

Google Chrome ha superato definitivamente Microsoft Internet Explorer nella classifica mondiale dei browser più usati, secondo l’ultimo rapporto di Statcounter. Il mese scorso Chrome era riuscito nell’impresa per poche ore conquistando una share del 32,7% contro il 32,48% dell’avversario diretto. La settimana scorsa però si è concretizzato l’atteso “sverniciamento” del vecchio Internet Explorer, e considerati i trend nei prossimi mesi il distacco sarà ancora più ampio. Google ha raggiunto un 32,76%, mentre Microsoft si è fermata a 31,94%. Gli altri hanno confermato un trend costante: Firefox è al 25,47%, mentre Safari staziona al 7,16% e Opera all’1,74%.

Il sorpasso di Chrome

Secondo gli analisti di Statcounter il colosso di Mountain View pare essere riuscito anche a entrare nella scia di Opera nel mercato dei mobile browser. Il distacco è di soli due punti percentuali (22,37% vs. 20,3%). Seguono iPhone (18,26%), Nokia (13,6%) e BlackBerry (8,54%).

La sfida nel mercato mobile – clicca per ingrandire

Sebbene questo genere di rivelazioni siano soggette a margini di errore piuttosto rilevanti quel che conta è che complessivamente Chrome ha un trend di crescita inarrestabile. Era chiaro che prima o poi Internet Explorer ne avrebbe pagato le conseguenze. Probabilmente ha contribuito il continuo e progressivo rinnovo dei servizi multi-lingua, che di fatto amplia la base utenti mondiale. Internet Explorer 9 si sta comportando bene, ma forse non è abbastanza per contrastare le qualità velocistiche di Chrome.

Ecco, forse Google per prima è riuscita a soddisfare quell’esigenza di “leggerezza” e performance chiesta dagli utenti. Ancora oggi il passaggio da IE a Chrome è piacevolmente traumatico: ogni funzione viene smaltita più agevolmente.