Tom's Hardware Italia
Telco

Fibra sì o fibra no? Cosa fare prima di acquistare casa o traslocare in affitto

Broadband Map dell'AGCOM è lo strumento ideale per avere una quadro chiaro e ufficiale dei servizi di connettività presenti sul territorio.

Prima di acquistare una nuova casa oppure trasferirsi in affitto sarebbe bene dare un’occhiata al servizio Broadband Map dell’AGCOM, perché è uno degli strumenti più comodi e veloci per sapere quale tipo di servizi di connettività Internet sono disponibili sul territorio.

Il progetto è stato perennemente aggiornato nel tempo e oggi più che mai gode di un’interfaccia finalmente matura e a portata di chiunque. È sufficiente digitare il proprio indirizzo di interesse nella stringa di ricerca di “Fisso Cablato” per ottenere immediatamente una visione satellitare dell’area. Dopodiché con le icone che identificano i punti di accesso si può capire quale sia la copertura dei servizi fino a 30 Mbps (quadrato verde), compresi tra 30 (triangolo fucsia) e 100 Mbps e oltre i 100 Mbps (cerchio rosso). Non solo. Spuntando le icone R (rame), FR (fibra-rame) e F (fibra) si può immediatamente scoprire l’area di copertura delle rispettive infrastrutture.

L’accuratezza (o la non accuratezza) dei dati presenti si deve agli stessi operatori che ormai settimanalmente in molti casi forniscono database aggiornati all’AGCOM. Molti utenti scafati sanno bene che esistono servizi online che consentono di scoprire quali tecnologie sono disponibili sul territorio, ma dimenticano che un conto è sono i database tecnici e un altro la vendibilità. Su Broadband Map almeno si ha la certezza dell’ufficialità.

Per quanto riguarda le prestazioni segnalate sul sito – provate a de-zoomare – invece bisogna considerare che si tratta di stime relazionate alle tecnologie impiegate, le distanze dai cabinet e altri parametri. Se qualcosa non vi torna segnalate gli errori al sito.

Quel che più conta comunque è identificare le zone dove è in atto l’implementazione di nuove reti, che potrebbero far intuire le direttrici. Ad esempio, se si rilevano primi punti di accesso FTTH in una via è possibile che la prospettiva sia una completamento della stessa.

Insomma, giocate d’anticipo e triangolate le informazioni a disposizione. Usate Broadband Map, aggiornatevi sui siti degli operatori e tenete d’occhio il progetto Infratel dedicato alle aree bianche sul sito bandaultralarga.it e sulla sezione specifica di Open Fiber.