Criptovalute

Gary Gesler (SEC) chiede delle “regole di strada” per Bitcoin e criptovalute

Il presidente in carica della Commissione per i Titoli e gli Scambi (SEC) degli Stati Uniti, l’ente federale statunitense preposto alla non vigilanza della borsa valori, Gary Gensler, ha parlato di criptovalute in due occasioni – durante un’intervista esclusiva con la CNBC e durante un intervento che ha anticipato l’apertura dell’Aspen Security Forum. Qual è il punto di vista del chairman della SEC e come può influenzare le scelte degli USA in merito alle criptovalute?

In primo luogo, possiamo affermare che Gensler sia convinto della necessità di protezione dei consumatori e degli investitori in criptovalute. Una posizione che fa eco ad altre – come la Consob o la Commissione Europea – e che lui stesso descrive come la richiesta di una serie di “regole di strada”. “Siamo un’agenzia di protezione degli investimenti e in questo momento questa classe […] è una classe di attività speculativa – ha detto durante la sua intervista alla CNBC – Sono a favore dell’innovazione, ma sono anche a favore delle norme che forniscano una protezione di base degli investitori contro le attività illecite e per la stabilità finanziaria“.

Gary Gensler, presidente della SEC degli Stati Uniti. Fonte: Wikimedia Commons, Pubblico dominio

Questa protezione, secondo quanto detto da Gensler nel corso dell’Aspen Security Forum, dipende da un problema alla base della finanza decentralizzata (DeFi). Secondo il presidente della SEC, migliaia di criptovalute operano come titoli non registrati, poiché la decentralizzazione impedisce di ricondurli a una specifica entità giuridica. Secondo Gensler, però, le piattaforme DeFi “non solo possono introdurre leggi sui titoli: alcune di esse possono adottare leggi sulle materie prime e leggi bancarie”.

Infine Gensler si è espresso sul rapporto criptovalute/valute fiat e con l’illegalità. Nel primo caso, ritiene che “Nessun singolo asset in criptovaluta soddisfa tutte le funzioni del denaro”. Riguardo il secondo, invece, Gensler ritiene che le criptovalute sono un mezzo di scambio: ciò non è sempre una buona cosa, poiché “Nella misura in cui sono usate come tale, […] spesso aggirano le nostre leggi in materia di antiriciclaggio, […] e riscossione delle imposte”.

È uno degli artisti che meglio hanno raccontato gli Stati Uniti, le loro contraddizioni e i loro mille volti. È Bruce Springsteen: trovate la sua discografia su Amazon.