Streaming e Web Service

HBO Max a partire da maggio 2020, ma anche patto di ferro con Sky

Ieri i dirigenti di WarnerMedia hanno svelato ufficialmente HBO Max, il nuovo servizio di streaming a pagamento che sarà operativo negli Stati Uniti a partire da maggio 2020. Contemporaneamente in queste ore Sky ha confermato il consolidamento della partnership con il colosso statunitense, lasciando intendere che diventerà il distributore europeo di riferimento delle sue nuove produzioni.

Il mercato streaming globale si appresta a essere oggetto di una rinnovata competizione, con il mercato statunitense catalizzatore di ogni dinamica. Se fino a poco tempo fa Netflix e Amazon Prime video dettavano legge, adesso stanno per iniziare a muovere i primi passi Apple TV Plus (da venerdì), Disney+ (dal 12 novembre) e appunto HBO Now (tra 7 mesi). I prezzi sono però molto diversi: Netflix standard costa 13 dollari al mese, Apple 5 dollari, Disney 7 dollari e HBO ben 14,99 dollari (più le tasse).

HBO Max punterà sulle sue esclusive, come ad esempio Il Trono di Spade (compreso il prequel House oh the Dragon), Friends, The Big Bang Theory, la saga di Harry Potter, i titoli DC Comics come Batman, Superman e Wonder Woman, etc. Si parla di circa 10.000 ore di programmazione. E come anticipato, in Europa sarà Sky il punto di riferimento della loro distribuzione parziale sia sul satellite che via Internet; inoltre i film Warner Bros torneranno su Sky Cinema a partire da gennaio 2021.

“Sky and Warner Media, inoltre, hanno esteso la loro pluriennale partnership con un nuovo accordo che prevede la coproduzione di Sky Studios e HBO Max su un maggior numero di contenuti originali”, ha sottolineato Sky.

Per quanto riguarda gli Stati Uniti bisogna ricordare che AT&T è diventato l’anno scorso il proprietario di HBO, CNN, Turner Broadcasting e dello studio televisivo e cinematografico Warner Bros. Questo vuol dire che alle spalle vi è una struttura solida e finanziariamente adeguata per nuovi investimenti. Ad esempio la squadra può già contare sul regista-produttore JJ Abram che ha firmato un accordo pluriennale con Warner Media per un valore di circa 500 milioni di dollari.

Gli obiettivi sono molto ambiziosi ed è previsto uno sbarco futuro anche in altri paesi del mondo. AT&T, come spiega The New York Times, ha confermato di voler raggiungere con HBO Max circa 80 milioni di abbonati entro il 2025, di cui 50 milioni negli Stati Uniti. Quindi più di Disney – che stima tra i 60 e i 90 milioni entro il 2024. Netflix per ora è su un altro livello: vanta già 158 milioni di abbonati.

Randall Stephenson, amministratore delegato di AT&T, ha chiuso l’evento di ieri, dicendo: “Questo non è Netflix. Questa non è Disney. Questo è HBO Max. Questa società nei prossimi tre anni investirà 4 miliardi di dollari nella costruzione di HBO Max. “