Tom's Hardware Italia
Fotografia

Memoto, la fotocamera social che riprende tutta la tua vita

Memoto è un progetto nato su Kickstarter per una microcamera da indossare che documenta tutto quello che facciamo, con tanto di geolocalizzazione, e lo carica sul web per condividerlo con i nostri contatti.

Un gruppo di sviluppatori svedesi ha ideato Memoto, una piccola fotocamera da indossare che scatta automaticamente una foto di ciò che ci circonda ogni mezzo minuto, con tanto di informazioni di geolocalizzazione, per poi caricarle online in modo che possiamo conservare i dettagli della nostra vita e anche condividerli con i nostri contatti, ovviamente mantenendo un adeguato livello di privacy. Per ora Memoto è solo allo stadio di prototipo, per il quale gli sviluppatori chiedono contributi attraverso Kickstarter, ma l'idea è stata già ben strutturata e prevede anche lo sviluppo di app accessorie per smartphone e tablet.

Tutto ruota intorno a Memoto, una fotocamera grande più o meno 4 x 10 centimetri dotata di un sensore da 5 MP e di localizzatore GPS. Memoto scatta una foto ogni 30 secondi, vi associa le coordinate del luogo dove è stata scattata e la salva nella memoria interna, sufficiente a conservare 4 mila immagini (circa 33 ore di scatti continuati). Memoto si alimenta da una batteria integrata che consente circa due giorni di funzionamento.

Quando la si collega a un computer via USB, la fotocamera trasferisce le immagini direttamente ai server Memoto dove sono conservate in formato cifrato. Le immagini si considerano private per default, quindi visibili solo a chi le ha scattate e caricate. È possibile condividerle con altri attraverso i principali social network, ma la condivisione deve essere indicata in modo specifico e non è mai automatica.

Le immagini caricate sui server Memoto vengono organizzate automaticamente in base al momento e al luogo dove sono state scattate. Quelle relative a un medesimo evento – ossia scattate in uno stesso luogo e in sequenza – sono raggruppate e presentate come un filmato al rallentatore. In questo modo i server di Memoto assemblano una sorta di timeline della nostra esistenza, almeno di quella parte immortalata dalla piccola fotocamera. A questa timeline è possibile accedere via web ma anche con delle apposite applicazioni iOS e Android, in fase di sviluppo.