Tom's Hardware Italia
Fotografia

Nikon Master Director Italia, ecco il vincitore del concorso che celebra il sistema mirrorless Z

Per celebrare il nuovo sistema mirrorless Z Nikon ha indetto il primo concorso Master Director Italia. Il vincitore è il giovane regista Riccardo Petrillo.

Si è conclusa da poco la prima edizione del contest Nikon Master Director Italia, il primo social talent show dedicato al mondo della fotografia e del filmmaking, nato dalla collaborazione tra Nikon e Traipler.com e finalizzato all’identificazione del miglior talento italiano in ambito videomaking.

La giuria – composta dal Top Influencer Aldo Ricci e dagli esperti Gilles De Paoli e Davide De Conti – ha proclamato il vincitore: il più talentuoso videomaker italiano è Riccardo Petrillo, che ha vinto il contest con il video Life is light dedicato alla nuova mirrorless Nikon Z7. Petrillo, 30 anni, è originario di Ivrea (TO) ma vive a Milano, dove fa il regista e oltre al prestigioso titolo, ha ricevuto in premio anche una mirrorless Nikon Z6.

Quest’ultima fa parte del sistema mirrorless Z di Nikon assieme all’altra fotocamera full frame Z7, all’adattatore a baionetta FTZ e agli obiettivi Nikkor Z. Il concorso, infatti, è nato per festeggiare la rivoluzione mirrorless operata da Nikon e per testare con mano le eccellenti prestazioni del nuovo sistema Z-Mount anche in ambito video.

Il sistema Z-Mount è composto da fotocamere mirrorless caratterizzate da un nuovo innesto dall’ampio diametro ed è compatibile con obiettivi e accessori NIKKOR. Il sistema Z-Mount offre una varietà di ottiche ad alte prestazioni, compreso l’obiettivo più luminoso nella storia di Nikon, con un diaframma pari a f/0.95. Inoltre, il nuovo adattatore baionetta consentirà la compatibilità con gli obiettivi NIKKOR F-Mount, offrendo ai fotografi una vasta scelta di soluzioni ottiche.

Per quanto riguarda la Nikon Z6, tra le caratteristiche principali ricordiamo il sensore CMOS in formato FX retroilluminato da 24,5 MP, la gamma ISO pari a 100–51.200, la capacità di catturare filmati 4K UHD a 12 FPS, il sistema AF ibrido a 273 punti che coprono il 90% circa dell’area immagine, il processore EXPEED 6, il monitor inclinabile LCD touch screen da circa 8,0 cm e 2.100k punti, il Wi-Fi integrato da 5 GHz per una connessione diretta al dispositivo smart tramite SnapBridge e il corpo macchina in lega di magnesio. Il prezzo suggerito al pubblico è di 2499 euro per il solo body con FTZ Mount Adapter.

La Nikon Z7 si distingue dalla Z6 per un sensore CMOS in formato FX retroilluminato da 45,7 MP, una gamma ISO pari a 64-25.600, oltre che per un AF ibrido a 493 punti che coprono il 90% circa dell’area immagine. I filmati 4K UHD inoltre sono catturati a 9 FPS. Il prezzo suggerito al pubblico in questo caso è di 3949 euro per il solo body con FTZ Mount Adapter.

Il sistema Z-Mount è completato infine come detto dalla presenza di tre nuovi obiettivi, lo zoom standard NIKKOR Z 24-70 mm f/4S, il grandangolo a lunghezza focale fissa NIKKOR Z 35 mm f/1.8 S e l’obiettivo standard a lunghezza focale fissa NIKKOR Z 50 mm f/1.8 S.

Il primo può vantare un’escursione della lunghezza focale da 24 mm del grandangolo a 70 mm del teleobiettivo. Il design ottico, che elimina le variazioni di aberrazione da distanze di ripresa che vanno dai primi piani all’infinito, consente una risoluzione nitida anche nelle aree periferiche dell’inquadratura in apertura massima. Progettato per essere resistente a polvere e acqua, vanta un trattamento al fluoro applicato sulla lente frontale e un secondo trattamento nano Crystal Coat che riduce effetto fantasma e luce parassita.

Il NIKKOR Z 35 mm f/1.8 S vanta invece soprattutto l’adozione di un nuovo sistema di messa a fuoco multipla che consente un controllo AF preciso, rapido e discreto, insieme a eccellenti prestazioni di resa dell’immagine a qualsiasi distanza di messa a fuoco e due elementi in vetro ED e tre elementi asferici.

Il NIKKOR Z 50 mm f/1.8 S infine è caratterizzato dall’eliminazione dell’aberrazione cromatica longitudinale che garantisce una risoluzione superiore, con una riproduzione fedele dei dettagli infinitesimali dei soggetti all’apertura massima. E dall’adozione di un nuovo, potente motore di messa a fuoco (STM) che consente un controllo AF preciso e discreto, sia quando si fotografa che quando si effettuano riprese video.