Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Telco

Open Fiber si accorda con EOLO, sperimentazione fixed wireless in 4 comuni dei Bandi Infratel

Open Fiber e EOLO, il principale operatore fixed wireless italiano, hanno siglato un accordo che consentirà di avviare la sperimentazione di servizi ultra-broadband wireless in quattro comuni delle aree bianche oggetto dei bandi Infratel.

Si tratta di un importante passo in avanti per il progetto di “fibra di Stato” poiché, com’è risaputo, la maggior parte delle unità abitative, imprese e comuni saranno cablati sfruttando l’infrastruttura fiber-to-the-home (FTTH) ma per una minoranza verrà impiegato il fixed wireless.

Nello specifico, per i comuni sperimentali di Fino Mornasco (CO), Anguillara Sabazia (RM), Campagnano di Roma (RM) e San Giovanni La Punta (CT) si parla della tecnologia 5G FWA su frequenza 28GHz capace di erogare 100 Mbps nominali. Per altro un servizio che EOLO sta già erogando da qualche mese in 36 province italiane. Ovviamente nei medesimi comuni verranno sperimentate anche le connessioni fisiche, ma per ora non si conoscono i provider partner.

Nel rispetto del primo e secondo bando Infratel, OF si è impegnata a fare di più di quanto richiesto. Invece che limitarsi alle soglie dei 100 Mbps e 30 Mbps, ha previsto infrastrutture abilitanti rispettivamente 1 Gbps e 100 Mbps a seconda dei casi.

Primo Bando Infratel

“La sperimentazione che avviamo con questa partnership con Open Fiber ci permetterà di servire un numero sempre maggiore di zone del nostro Paese, ancora soggette al problema dello speed divide, con servizio ad almeno 100 Mega”, ha confermato Luca Spada, Presidente e Amministratore Delegato di EOLO. “Siamo felici di partecipare da protagonisti ad una rivoluzione epocale, che porterà la fibra ottica pubblica nei territori di provincia dove concentriamo il nostro impegno”.

Secondo bando Infratel

Soddisfazione anche da parte di Simone Bonannini, direttore Marketing e Commerciale di Open Fiber: “Con la sperimentazione a cui EOLO è tra le prime aziende ad aderire, Open Fiber raggiunge un altro importante traguardo mettendo a disposizione degli operatori i servizi in fibra nei primi quattro comuni delle aree bianche”.

“In questo modo anche i cittadini che vivono nei piccoli e medi Comuni potranno beneficiare di una connettività ultraveloce che proietterà l’Italia verso la Gigabit Society”.