Spazio e Scienze

Ponti e bolle di sapone, i piccoli scienziati sperimentano

rubrica bimbi

Il libro ha ragione, con le mani bagnate le bolle non scoppiano!

I libri con i piccoli esperimenti sono i miei preferiti perché suggeriscono attività semplici e divertenti che si possono fare a casa con i bambini, per fargli imparare qualcosa giocando. Nelle ultime settimane vi ho proposto qualche idea per i grandicelli, adesso torno sui piccoli perché sono finalmente stati pubblicati i due nuovi attesi libri della collana "Le scoperte di Bebo e Bice" di Editoriale Scienza.

Sono "La bolla di sapone" e "Il Ponte" che ripropongono la stessa formula vincente delle due edizioni precedenti: una storiella divertente veloce da leggere, che serve per far capire al piccolo scienziato il contesto dell'esperimento, e un primo esperimento indicato direttamente all'interno del libro. Collegati ai libri ci sono poi online dei video in cui sono proposte altre piccole sperimentazioni dello stesso genere.Bolla di sapone

L'esperimento delle bolle di sapone è particolarmente adatto per l'estate: per farlo provare a mia figlia mi è bastato metterle in giardino una bacinella di acqua saponata con cui lasciare che facesse i suoi esperimenti. Oltre alle prove suggerite, che le avevo già raccontato, ha messo in moto la fantasia e ha iniziato a rovesciare acqua saponata sulle foglie, sulle mattonelle, sullo scivolo e su tutto quello che le capitava a tiro per capire in quali casi le bolle esplodevano e in quali, invece, no. L'obiettivo di questi libri è proprio questo: far scattare la fantasia per fare che i bambini prendano dimestichezza con l'istinto innato di sperimentare.

Alla fine un gioco da pochi minuti si è trasformato in un'attività di tutta una serata, ed è proseguito nei giorni successivi insieme ai suoi amici.

Il ponte

Le scoperte di Bebo e Bice sono adatte ai piccoli dai 3 anni, che vanno accompagnati passo passo negli esperimenti. Chi ha due o tre anni in più apprezza comunque, con la differenza che ricorda l'esperimento letto dai genitori e cerca di replicarlo in autonomia.

IMG 20160708 205709

Quanto agli effetti collaterali, non si possono escludere a priori: mia figlia sta raccogliendo in giardino scatoloni, giocattoli ingombranti, corde, e tutto quello che trova perché intende costruire un ponte vero su cui camminare… se non altro avrà da fare per tutto il fine settimana!

Ci vogliono delle corde più lunghe e dei fogli più grandi! Non capisci che sennò il ponte non viene abbastanza grande per me?