e-Gov

Presto i computer che leggeranno il labiale?

Dire che la tecnologia stia facendo passi da gigante non è sicuramente una novità, anzi è quasi banale. Tuttavia, anche in questi anni di crescita tecnologica esponenziale, non mancano le sfide. I ricercatori dell'University of East Anglia (UEA), in Inghilterra, dovranno lavorare per diversi mesi prima di permettere a un normale computer d'interpretare il labiale di chi lo utilizza. Il progetto è stato sponsorizzato dall'Engineering and Physical Sciences Reasearch Council inglese con circa 500.000 sterline. L'obiettivo è rilasciare un prototipo funzionante entro i prossimi due anni.

Dato che nel caso umano, solitamente, si acquisisce questa particolare capacità in seguito alla perdita dell'udito o dopo aver effettuato una lunga fase di preparazione, il professore dell'UEA Richard Harvey collaborerà a stretto contatto con il Centre for Vision, Speech and Signal Processing della Surrey University, specializzato proprio in questo genere di studi.

Il centro specializzato ha già sviluppato un sistema in grado di tracciare i movimenti del volto e delle labbra. Quello che ora bisogna fare è associare questi movimenti a una serie di combinazioni letterali, in grado quindi di tramutare ogni espressione in un'istruzione per il computer o in un semplice testo. Il futuro è sempre più tecnologico, tra qualche anno vedremo se gli scienziati inglesi riusciranno in quest'impresa.