Streaming e Web Service

Sky Q in Italia non prima del 2017, Netflix ha tempo di mettere i denti

Sky Q è la risposta tecnologicamente più avanzata alla rivoluzione Netflix. Si tratta di un unico sistema che sposa broadcasting satellitare, streaming, registrazione, multi-accesso, wireless e fruizione mobile. Insomma, Sky ha atteso il momento giusto per giocare la sua arma definitiva.

sky q

Ieri c'è stato l'annuncio ufficiale: Sky Q sarà disponibile dall'inizio del 2016 nel Regno Unito e Irlanda. Come è già successo in passato è probabile che più avanti lo stesso servizio sbarchi negli altri mercati europei, come ad esempio l'Italia.

Cosa fa esattamente Sky Q? Prima di tutto crea un ecosistema di dispositivi formato da TV e tablet che consentirà di accedere alla sua intera offerta di film, serie TV, documentari e sport – tutti bouquet. In tutta la casa si potrà visionare contenuti live, registrati o on-demand; mettere in pausa la visione su un dispositivo e riprendere su un altro. Inoltre si parla della possibilità di consentire la visione di 5 programmi (Sky Q Silver) diversi mentre se ne registrano altri 4. Prevista anche l'opzione di registrazione e riproduzione off-line magari su tablet in un qualsiasi luogo.

Prevista anche la presenza di servizi aggiuntivi come Facebook, Vevo e YouTube, nonchè app dei principali editori. Ciò vuol dire che potenzialmente (e tecnicamente) previo accordo potrebbero essere disponibili Netflix e gli altri concorrenti.

sky q

La famiglia di prodotti Sky Q comprende due set-top-box (abilitati come hotspot Wi-Fi), un extender wireless e un hub wireless con tecnologia Powerline. Sky Q Silver è compatibile con il 4K, monta un HDD da 2 TB (350 ore di HDTV), supporta lo streaming musicale via Bluetooth e AirPlay, dispone di porta HDMI e ottica e supporta Wi-Fi ac. Sky Q Box è simile ma non gestisce il 4K, ha un HDD da 1 TB e registra simultaneamente massimo 3 canali mentre uno va live.

silver
Sky Q Silver

Il telecomando in abbinamento ai prodotti è touch, supporta il Bluetooth e suona cliccando un tasto sul set-top-box. Sky Q Mini invece estende le funzionalità del set-top-box principale in un'altra stanza via wireless. Sky Q Hub si affida a Wi-Fi e Powerline per servire ogni dispositivo se si crea una rete in casa. L'app Sky Q infine consente di godere dell'intera esperienza su tablet.

Per l'Italia, secondo nostre fonti autorevoli, Sky Q potrebbe arrivare non prima del 2017. Le motivazioni sarebbero strettamente legate alla diversa maturità del nostro mercato digitale rispetto a quello anglosassone. Oltremanica i clienti Sky sono più di 12 milioni contro i 4,6 italiani. Inoltre grazie alla diffusione dei servizi ultra-broadband e al fatto che Sky dispone sul territorio di un suo provider (Sky Broadband) la potenza di fuoco sinergica è senza uguali.