Streaming e Web Service

Sky UK, dal 2018 stessa offerta su satellite e Internet

Sky ha annunciato che dal 2018 nel Regno Unito, grazie a Sky Q,  inizierà a distribuire il suo intero bouquet via Internet, senza obbligare la clientela a installare la parabola satellitare.Si tratta di una svolta epocale per il colosso britannico poiché fino a oggi i contenuti premium sono sempre stati un privilegio del satellite. I servizi online consentono di accedere a un'ampia offerta di contenuti ma senza replicare esattamente quella satellitare.

Sky Q
Sky Q

Sky spiega sul suo sito ufficiale che più di 1 milione di set-top-box Sky Q sono presenti in 600mila case inglesi. E che questi utenti guardano la "televisione" il 10% in più rispetto agli abbonati Sky+. "Quest'anno puntiamo a dare più qualità, scelta e valore ai nostri clienti", ha spiegato Stephen van Rooyen, AD di Sky UK. Stiamo pianificando il lancio del nostro servizio Sky TV senza parabola per la prima volta, per fornire a milioni di case la possibilità di godere della televisione con Sky Q".

A questo impegno va aggiunta la promessa di produrre 100 nuove serie originali e puntare sempre di più anche su My Sky App per smartphone e tablet.

sky Q

La domanda è se mai in Italia si arriverà alla formulazione di una tale offerta. La risposta è che potrebbe essere una prospettiva futura ma certamente non immediata. Nel Regno Unito Sky non solo gode di una base clienti oltre quota 30 milioni – in Italia meno di 5 milioni – ma possiede un Internet Service Provider. Ecco spiegata la facilità di formulare pacchetti completi senza dover rinunciare a una parte dei ricavi.

Sky Italia ha confermato l'anno scorso che Sky Q sbarcherà anche nel nostro paese nel 2017, ma non è chiaro con quale formula e soprattutto i potenziali bouquet abbinabili. Non resta che attendere.