Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

SpaceX lancerà 60 satelliti Starlink il 15 maggio. Musk: “molto probabilmente andrà male”

SpaceX ha annunciato che il lancio dei primi 60 satelliti della costellazione Starlink avverrà il 15 maggio.

È in programma per il 15 maggio il lancio dei 60 satelliti Starlink di SpaceX. Tramite tweet Elon Musk ha pubblicato una foto suggestiva, in cui si vede il carico utile pronto per il lancio, che avverrà mediante il razzo Falcon 9. Si vedono inserti piatti negli alloggiamenti, come confermato da Musk nei suoi tweet.

Ricordiamo che Starlink dovrebbe essere una mega costellazione di satelliti che mira a consentire la connessione a Internet a basso costo in tutti i Paesi. L’idea è di lanciare nello Spazio circa 12mila stelliti, che opereranno nell’orbita bassa. La Federal Communications Commission ha concesso a SpaceX il permesso di lanciare due gruppi di satelliti per il progetto Starlink: una costellazione di 4.409 satelliti, seguita da una seconda costellazione di 7.518 che opererà a un’altitudine leggermente inferiore alla prima.

Le approvazioni della FCC per il progetto di SpaceX sono subordinate al fatto che l’azienda possa lanciare la metà di tutti questi satelliti entro i prossimi sei anni. Fino ad ora SpaceX ha lanciato solo due satelliti Starlink di prova, soprannominati TinTin A e TinTin B. I 60 satelliti di questo gruppo sono diversi dai satelliti TinTin, ma non sono ancora definitivi. La scorsa settimana il COO di SPaceX Gwynne Shotwell ha detto che questi satelliti mancano ancora di alcune caratteristiche progettuali necessarie per la costellazione finale. In sostanza si tratta di satelliti dimostrativi che testeranno il modo in cui l’azienda prevede di dispiegare questi veicoli in orbita.

Musk ha spiegato che saranno necessari almeno altri sei lanci da 60 satelliti ciascuno per fornire una copertura internet di base, e 12 lanci per una copertura “moderata”. SpaceX potrebbe lanciare altre missioni Starlink quest’anno, a seconda di come andrà questo primo volo. Ulteriori dettagli sulla missione verranno forniti il giorno del lancio, attualmente in programma per il 15 maggio da Cape Canaveral. La missione è già stata rimandata, inizialmente avrebbe dovuto tenersi a inizio maggio.

Da notare che Musk non è fiducioso sull’esito della missione, reputa che “molto probabilmente andrà male”.

Se trovate geniali le idee di Elon Musk leggete il libro Elon Musk. Tesla, SpaceX e la sfida per un futuro fantastico.