e-Gov

Toyota: l’auto che sterza da sola e schiva gli ostacoli

Toyota sta sviluppando una nuova tecnologia che prende il controllo dello sterzo di una vettura, deviando la traiettoria dell’auto in caso di ostacoli non evitabili con una frenata. Teatro della dimostrazione un evento organizzato a Tokyo settimana scorsa, riservato agli addetti ai lavori e alle testate giornalistiche del settore.

Uno dei test eseguiti da Toyota, con la macchina che schiva da sola il manichino in mezzo alla strada

In questo nuovo sistema, Toyota usa videocamere e un nuovo radar super-sensibile chiamato “millimeter-wave”. Tutti i sensori sono installati nella parte frontale del veicolo, in modo da analizzare i possibili impatti come nel caso di un pedone che attraversa la strada.

“Grazie a questa tecnologia il veicolo è in grado di calcolare quanto bisogna frenare e sterzare per evitare la collisione“, ha spiegato Moritaka Yoshida, capo della sicurezza tecnologica dell’azienda. “Dobbiamo imparare dagli incidenti e continuare a migliorare le funzioni in grado di aumentare la sicurezza”, prosegue Yoshida.

Il produttore di automobili non ha comunicato ufficialmente quando questa nuova tecnologia si potrà offrire sulle auto in vendita, ma secondo alcuni suggerimenti potrebbe essere pronta ed essere commercializzata in poco tempo.

Toyota ha dichiarato di puntare a zero morti e feriti sulle strade, anche se non è chiaro quando l’azienda riuscirà a raggiungere quest’ambizioso obiettivo. Fortunatamente, gli incidenti mortali sono in calo in Giappone, a causa delle maggiori protezioni e dell’inserimento di nuovi sistemi di sicurezza nelle auto, ma la percentuale di pedoni coinvolta negli scontri non è diminuita.

Uno dei crash test eseguiti da Toyota durante la dimostrazione – Clicca per ingrandire

L’azienda ha approfittato dell’occasione per presentare anche altri sistemi di sicurezza, come il nuovo “cofano pop-up”,  in grado di salire leggermente durante gli urti per mitigare l’impatto dei pedoni con la macchina. Inoltre, Toyota ha annunciato anche un sistema di fari abbaglianti, che non danno fastidio alle auto provenienti dalla direzione opposta ma che consentono lo stesso una chiara visuale al guidatore.

Infine, l’azienda ha mostrato un volante ancora in fase di sviluppo, in grado di misurare il battito cardiaco di chi guida la vettura, in modo da prevenire incidenti quando i conducenti sono colti da un attacco cardiaco.