Spazio e Scienze

VAIMOO, a Copenaghen il bike sharing parla italiano

VAIMOO, il sistema di Vehicle Sharing pensato per rivoluzionare la mobilità urbana del futuro, è stato mostrato in anteprima a C40 World Mayors Summit 2019, il più importante vertice sul clima che riunisce i sindaci di 96 città di tutto il mondo, quest’anno ospitato da Copenaghen. Proprio la capitale danese, regina internazionale della mobilità green, sarà la prima città ad adottare VAIMOO per le sue flotte di e-bike, grazie alla partnership siglata da SITAEL con Bycyklen, principale operatore di bike sharing di Copenaghen.

Un accordo che prevede in una fase iniziale l’avvio dell’integrazione delle innovative funzionalità messe a punto dalla società italiana, con il sistema esistente di Bycyklen (che conta oltre 400 mila utenti attivi) e, a partire dal 2020, la sostituzione della flotta attuale con veicoli di nuova generazione realizzate interamente da SITAEL, fino ad un totale di 2.000 ebike.

La piattaforma flessibile di VAIMOO consente una gestione semplice, efficace e tempestiva di flotte di veicoli per lo sharing come biciclette ed e-bike, ma anche scooter e kick scooter elettrici. In particolare, le biciclette sono dotate di un nuovo sistema di protezione integrato con innovative funzionalità di connettività che consentono la geolocalizzazione satellitare dei mezzi, l’accesso ai dati utilizzo e la diagnostica in tempo reale delle flotte. In caso di incidente o di atti di vandalismo infatti, la piattaforma permette l’intervento tempestivo degli operatori e degli addetti alla riparazione dei veicoli.

Sul fronte utente, l’app per smartphone definisce un nuovo concetto di mobilità urbana offrendo agli utilizzatori un’esperienza unica in termini di accessibilità e usabilità grazie all’integrazione della versione sharing del MAT, la docking station premiata al CES Innovation Awards di Las Vegas nella categoria Vehicle Intelligence e Self-Driving Technology. Con un semplice tap dello smartphone, viene effettuato l’undocking del veicolo e l’inizio della sessione di sharing.

L’app utente offre inoltre una esperienza coinvolgente di trasporto sostenibile, permettendo di accedere alla mappa della città per visualizzare i veicoli disponibili e prenotarli, usufruire di promozioni e incentivi al fine, ad esempio, di facilitare le operazioni di redistribuzione delle bici, pagare automaticamente al termine della corsa e ricaricare il proprio credito direttamente dall’app utilizzando la carta di credito o PayPal. Oltre alla modalità di utilizzo in Free-Floating, la riconsegna del veicolo e conseguente fine sessione di sharing avviene in apposite rastrelliere o in Drop Zones definite attraverso la piattaforma, garantendo la massima sicurezza dei mezzi.

“La mobilità sostenibile è un elemento chiave nello sviluppo delle smart city. In futuro muoversi diventerà sempre di più un’attività condivisa che prescinderà dal possedere un mezzo. Perché si realizzi questo ecosistema, occorrono però sistemi di mobilità integrata che generino alto valore per la collettività”, ha dichiarato Matteo Pertosa, Amministratore Delegato di SITAEL. “VAIMOO è nata con questo obiettivo, offrire ad istituzioni e cittadini veicoli dotati di una piattaforma multi-modale e di servizi di connettività intelligenti, in grado di innovare il trasporto personale. Oggi, grazie all’importante accordo con Bycyklen, partiamo da Copenaghen per esportare in altri paesi il nostro modello innovativo”.

Dopo l’anteprima a Copenaghen, VAIMOO è stato lanciato ufficialmente a Parigi durante Autonomy & The Urban Mobility Summit, evento annuale che riunisce innovatori e istituzioni con l’obiettivo comune di cambiare la mobilità urbana. Durante la due giorni, conclusasi ieri, Sitael ha presentato al grande pubblico l’innovazione e le potenzialità del nuovo sistema made in Italy.