Auto

Alfa Romeo Giulia, la versione elettrica al campionato ETCR

L’Alfa Romeo Giulia sarà protagonista del nuovo campionato turismo per vetture elettriche che avrà inizio nel 2020, conosciuto anche come ETCR.

Ad annunciare la nuova vettura è lo stesso preparatore Romeo Ferraris, che ha ben pensato di progettare e sviluppare una vettura appositamente per il nuovo campionato. Giulia ETCR sarà pertanto la prima Giulia a partecipare ad una competizione ufficiale dopo oltre cinquant’anni, preceduta dall’Alfa Romeo Giulia Ti Super che partecipò alla stagione 1962.

L’obiettivo del marchio è certamente quello di sviluppare una vettura competitiva, in grado di stare al passo con le alternative proposte da Cupra e Hyundai con le rispettive vetture ETCR. Nonostante la scelta del modello il team Romeo Ferraris parteciperà in proprio al campionato, mettendo da parte l’ipotesi di una partecipazione ufficiale della casa.

L’Operations Manager di Romeo Ferraris, Michela Cerruti ha dichiarato:

“Siamo felici di poter annunciare l’inizio di una nuova avventura per il nostro marchio. Il mondo del turismo per noi è sempre stato molto affascinante e non è un caso che la nostra vittoriosa storia dell’ultimo ventennio sia incentrata su questo genere di auto. Dopo aver regalato all’Alfa Romeo Giulietta TCR il massimo del risultato raggiungibile sulla scena internazionale da un programma privato come il nostro, abbiamo deciso di tuffarci, forse anche con un briciolo di incoscienza, verso questo nuovo progetto del campionato ETCR. Nonostante vi siano ancora tante cose da chiarire, come è normale quando una così grande idea nasce da un foglio bianco, crediamo che il mondo dell’elettrico sia ormai la svolta necessaria da seguire non solo nel mondo stradale ma anche in quello delle corse. I nostri tecnici sono già al lavoro perché rispetto ad altri marchi che hanno già abbracciato questa filosofia noi stiamo partendo un po’ più tardi, ma con i limitati mezzi che abbiamo a disposizione come costruttore privato, cercheremo di tenere alto il nostro onore, come abbiamo sempre fatto sino ad ora”.

Ai tecnici del marchio è stato pertanto affidato l’importante compito di lavorare su aerodinamica, sospensioni e telaio. Per la parte tecnica, ovvero pacco batterie e sistema elettrico, il team di Opera ha invece deciso di ricorrere alla consulenza tecnica della società Hexathron Racing System.

Marcello Lotti, presidente di WSC Group ha inoltre commentato:

 “Pochissimi marchi nel mondo del motorsport vantano tradizione e importanza come Alfa Romeo. Siamo felici e orgogliosi che Romeo Ferraris abbia deciso di intraprendere questo ambizioso programma che annovera un nome mitico come Giulia. L’azienda ha dimostrato il suo impegno e tanta professionalità con la Giulietta TCR, sono convinto che riusciranno a spiccare anche in questa durissima sfida”.

Presumibilmente, i primi test in pista della Giulia verranno effettuati a partire da marzo 2020 cosi da poter essere perfezionata per l’atteso campionato.