Ibride e Elettriche

Approvati nuovi incentivi, il Governo spinge le auto elettriche

Continua il lavoro del Governo verso la Legge di Bilancio 2021, nella quale è già stato inserito un nuovo programma di incentivi pensati per aiutare il settore automotive a ripartire, dopo i dati di vendita disastrosi del 2020. Oltre ad aver rinnovato per il 2021 i fondi già previsti nel 2020, con modalità e criteri leggermente diversi, da qualche ora si sta parlando di nuovo emendamento, proposto dal Movimento 5 Stelle, che sembra essere in via di approvazione.

L’agevolazione, proposta da Giuseppe Chiazzese, Luca Sut, Azzurra Cancelleri e Vita Martinciglio del M5S, è pensata per aiutare la diffusione delle auto elettriche nelle fasce di popolazione meno abbiente: si tratta di uno sconto pari al 40% del prezzo, applicabile a tutte le vetture a zero emissioni di un prezzo non superiore ai 30.000 euro più IVA, pari a 36.600 euro totali, anche se non si dispone di un’auto da rottamare. Il cittadino che vorrà accedere a questo sconto non dovrà avere un Isee superiore ai 30.000 euro.

“Una misura a favore della mobilità elettrica e pulita, e a sostegno di chi ha redditi più bassi, perché la transizione ecologica è un obiettivo che dobbiamo raggiungere senza lasciare indietro nessuno.” affermano i promotori dell’iniziativa, dopo l’approvazione.

Grazie a questa nuova operazione, sarà possibile valutare l’acquisto di auto elettriche a prezzi molto più accessibili; sarà possibile ad esempio acquistare una nuovissima Fiat 500e, di cui vi abbiamo parlato in diverse occasioni raccontandovene tanti segreti, al prezzo di 15.690 € anzichè il prezzo di partenza di 26.150 €. Similarmente, l’acquisto di una nuova Honda e si potrebbe completare spendendo 21.330 €, contro i 35.500 € previsti dal listino ufficiale della compagnia. Interessante anche l’esempio della Mazda MX-30, leggermente più grande e alta rispetto ai modelli sopracitati, e acquistabile a 20.940 € grazie ai nuovi incentivi appena approvati.