Ibride e Elettriche

Baidu, alleanza con Geely per la produzione di auto elettriche

La Cina sembra promuovere sempre di più l’elettrico tanto che nel 2020 le vendite di nuove auto nello Stato dell’Asia orientale sono cresciute nonostante le gravi difficoltà provocate dal Covid-19. Lo stesso Baidu, colosso cinese della ricerca online, ha deciso di entrare nel settore della mobilità sostenibile con l’obiettivo di avviare una produzione propria di veicoli elettrici.

A tal proposito, Baidu starebbe portando a termine un accordo con Geelysocietà privata proprietaria della svedese Volvo Cars, al fine di avviare dunque una produzione di auto elettriche. A diffondere la notizia relativa ad una prossima alleanza tra le due società è l’agenzia di stampa britannica Reuters, la stessa che sottolinea l’importanza della partnership per futuri investimenti nelle nuove tecnologie.

Sono ormai numerosissime le aziende che decidono di investire ed ottimizzare i propri piani di sviluppo e di innovazione. Non a caso, Baidu non è l’unica realtà presente nel mondo della tecnologia che ha deciso di investire sui nuovi veicoli. Il colosso dell’e-commerce Alibaba ha creato una joint venture con la casa automobilistica cinese Saic Motor, mentre l’operatore di ride-hailing Didi Chuxing ha dato il via alla produzione di veicoli alla spina con la Byd.

Baidu e Geely costituiranno pertanto una joint venture in cui si occuperanno rispettivamente di software e hardware. Tuttavia non mancherà inevitabilmente l’implementazione della nuova piattaforma Sustainable Experience Architecture (SEA) per veicoli elettrici della società Geely. A detenere la quota di maggioranza nella nuova società sarà Baidu controllandone la direzione e usufruendo dei benefici derivanti dall’accordo tra Daimler e Geely per lo sviluppo congiunto della futura generazione di powertrain dedicati ai veicoli ibridi.

Il cinese Baidu sta dunque portando avanti i propri progetti innovativi nel settore automobilistico relativi alle vetture elettriche, congiuntamente agli investimenti destinati allo sviluppo della guida autonoma, in un momento in cui il Governo cinese sta premendo l’acceleratore affinché le compagnie della nazione investano sulle nuove tecnologie e sulla mobilità elettrica. Proprio nei giorni scorsi il Governo di Pechino ha dichiarato di voler introdurre un divieto generalizzato per i veicoli alimentati da combustibili fossili, annunciando anche di voler procedere con l’introduzione di sussidi utili per l’acquisto di veicoli elettrici.

Non è un caso pertanto che la lotta al dominio nel mercato delle auto elettriche faccia scendere in campo anche nuovi contendenti che vogliono ottenere nuove opportunità di business in un settore destinato inevitabilmente alla crescita.

Volete saperne di più sulla nuova mobilità elettrica? Vi proponiamo un libro interamente dedicato alle nuove tecnologie disponibile su Amazon.