Tom's Hardware Italia
Trasporti

Biglietti aerei low cost? No, super economici a causa di error fare e hidden city

Le compagnie aeree spesso sbagliano a pubblicare le tariffe online: con le error fare si possono risparmiare centinaia di euro. Poi ci sono le "hidden city".

Provate a digitare su Google, Facebook o Twitter le parole "error fare" (o "mistaken fare") e vi si aprirà un modo di offerte stracciate per volare in tutto il mondo. Date un'occhiata ad esempio a Piratinviaggio.it, Flynous.com, SecretFlying.com e sui social.

Sembra la rivincita dell'uomo sulla macchina. Milioni di computer nel mondo che gestiscono orari dei voli, prenotazioni, coincidenze e ogni singolo dettaglio del trasporto aereo civile e poi si scopre che ogni giorno vengono pubblicare tariffe sbagliate.

error fare
"Error fare"

Pare che ci sia la zampino dell'uomo, più che una responsabilità delle macchine. In verità è strano che il software stesso non si renda conto del caricamento di dati anomali, ma tant'è, meglio per noi che vogliamo risparmiare. Un esempio? Domenica c'era un volo A/R Venezia-Bangkok con Alitalia ed Ethiad da 316 euro. Ovviamente prevedeva cambi e un tempo di viaggio piuttosto lungo, ma a volte ci sono colpacci in singola tratta.

La questione di fondo è che quando viene pubblicata una "error fare" magari anche solo perché l'addetto incaricato ha sbagliato a scrivere, c'è una virgola fuori posto oppure un errore di conversione valuta, fa fede l'operazione di acquisto. Le compagnie aeree una volta avvenuta la transazione di solito accettano di buon grado di aver sbagliato.

Le sviste aumentano anche perché le tariffe base vengono completate con le tasse e il supplemento carburante (codificato come YQ o YR). Il solo sottrarre invece che sommare i due elementi accessori può ridurre il costo del biglietto del 70%. Lo stesso vale se erroneamente viene applicato un super sconto magari normalmente riservato ai frequent flyer.

alitalia expo etihad

Insomma la tariffa errata spesso sfugge agli occhi della compagnia, ma bisogna fare in fretta perché di solito rimane "in vita" per non più di 10 minuti. Ecco spiegato l'impiego dei social e feed RSS per essere sempre aggiornati.

Esiste poi un'altra strategia – da un po' di tempo esplicitamente osteggiata dalle compagnie con tanto di denunce – che gioca sulle cosiddette "hidden city", ovvero le città che fanno da scalo per voli più lunghi. Ogni compagnia ha un suo hub di riferimento e spesso per varie destinazioni bisogna comunque transitare da lì. Ecco, a volte costa meno il volo per una destinazione più lontana che fa scalo dove ci interessa, rispetto al volo diretto verso il luogo dei nostri dei sogni.

Come a dire che un volo Torino-Bari con scalo a Bologna potrebbe costare meno di un Torino-Bologna.

E dove si trovano queste offerte tracciate che scandagliano le hidden city? Skiplagged.