Tom's Hardware Italia
Auto

BMW come Kitt con il nuovo assistente vocale proprietario

BMW, al pari di quanto fatto da Mercedes nel suo recente SUV elettrico EQC, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, ha annunciato l'arrivo del proprio assistente vocale sui modelli più recenti, ovvero quelli dotati dell'ultimo sistema operativo in versione 7.0. Il nuovo aggiornamento, che verrà introdotto a partire da marzo 2019, permetterà dunque […]

BMW, al pari di quanto fatto da Mercedes nel suo recente SUV elettrico EQC, di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, ha annunciato l'arrivo del proprio assistente vocale sui modelli più recenti, ovvero quelli dotati dell'ultimo sistema operativo in versione 7.0.

Il nuovo aggiornamento, che verrà introdotto a partire da marzo 2019, permetterà dunque di attivare un vero e proprio assistente vocale, come Google Assistant, Microsoft Cortana o Amazon Alexa, ma maggiormente integrato con tutto ciò che un'autovettura ha da offrire.

cockpit

Uno dei principali limiti degli assistenti vocali già presenti sul mercato e negli smartphone che usiamo quotidianamente, è proprio quello di essere limitati nelle funzioni e soprattutto di non potere interagire con i sistemi integrati nella nostra auto, come ad esempio l'aria condizionata o l'attivazione del cruise control.

Leggi anche: Recensione Google Home e Home Mini

BMW promette che il suo assistente vocale sarà molto avanzato e più intelligente di tanti altri, tanto da spingere l'azienda ad affermare che in futuro potrà anche essere integrato in dispositivi di terze parti, che si potranno usare per accendere la macchina da remoto, oppure per attivare il precondizionamento prima di salire a bordo.

2018 BMW M2 Competition 03

Per attivare l'assistente sarà sufficiente dire "Hey BMW", ma eventualmente si potrà personalizzare il richiamo a seconda dei propri gusti. Tra i vari comandi, sarà possibile dire "ho caldo" per attivare l'aria condizionata o interagire con comandi ancora più avanzanti a cui i concorrenti non sono in grado di rispondere. Se l'utente sarà stanco alla guida, comunicando tale sensazione all'assistente, l'auto reagirà regolando musica, temperatura, illuminazione interna e tanti altri parametri per permettere al guidatore di rimanere sveglio.

G30 KV1 Website Homepage Banner New

Per consentire un funzionamento ancora migliore, sarà inoltre in grado di adattarsi, col tempo, alle abitudine del cliente. Insomma, un modo di interagire che ci fa venire in mente Kitt, la protagonista della serie Supercar. Dunque, oltre all'elettrico, ci aspetta un futuro di auto sempre più intelligenti e connesse, in grado di supportarci, rendere il viaggio più confortevole ma soprattutto aumentare la sicurezza.