Ibride e Elettriche

BMW e Ford, grandi investimenti per lo sviluppo di batterie allo stato solido

Ford e BMW investiranno ben 130 milioni di dollari nella start-up Solid Power, specializzata nello sviluppo di batterie allo stato solido innovative, con l’obiettivo di implementare celle più efficienti e ridurre i costi finali dei loro veicoli.

Continuano gli investimenti da parte delle case automobilistiche che puntano ormai alla graduale ottimizzazione della loro gamma di veicoli elettrici. Parliamo infatti del secondo investimento fatto in Solid Power per la casa automobilistica Ford, dopo quello da 26 milioni di dollari del 2018.

Non a caso, la stessa Solid Power sembra essere riuscita a sviluppare una tecnologia in grado di fornire una percentuale maggiore di densità di energia rispetto alle batterie agli ioni di litio comunemente utilizzate. A partire dal prossimo anno entrambe le case automobilistiche riceveranno nuove celle ad alta energia da 100 Ah per effettuare appositi test di validazione e poter studiare l’implementazione di tale tecnologia sui loro modelli futuri.

Le partnership e l’introito di capitale che ne deriva ci metteranno davvero su una buona base per seguire la nostra roadmap, che qualifica in maniera positiva la tecnologia delle batterie allo stato solido e la introduce nei veicoli in un futuro non troppo distante, ha spiegato il co-fondatore e amministratore delegato di Solid Power, Doug Campbell.

Oltre alla capacità di fornire il 50% in più di densità di energia, a caratterizzare le nuove batterie sarebbe l’elevata sicurezza conseguenza della mancanza di componenti infiammabili.

Semplificando il design delle batterie a stato solido rispetto a quelle agli ioni di litio, saremo in grado di aumentare l’autonomia dei veicoli, migliorare lo spazio interno e il volume di carico e, in ultima analisi, fornire costi inferiori e e un valore migliore per i clienti. Non vediamo l’ora di fornire questi miglioramenti e di lavorare con Solid Power per integrare rapidamente e senza soluzione di continuità le loro celle per batterie allo stato solido a base di solfuro nei processi di produzione di celle agli ioni di litio esistenti in modo più efficiente di quanto possano fare i produttori di celle allo stato solido basate sull’ossido, ha commentato Ted Miller, manager di Ford per i sottosistemi di elettrificazione e ricerca sull’alimentazione.

Il libro “Come scegliere la tua nuova auto. Ibrida, elettrica, condivisa: 100 domande, 100 risposte” è disponibile su Amazon.