Auto

BMW, investimenti da 10 miliardi per la produzione di batterie

BMW continua a scommettere sull’elettrico, investendo sugli attuali rapporti commerciali con CATL e Samsung SDI, entrambi produttori di celle per batterie, per un totale di 10 miliardi di euro di investimenti.

Non è una novità che BMW si stia sempre più spostando verso la mobilità sostenibile implementando sui veicoli le nuove tecnologie. Entro il 2023 infatti l’azienda tedesca prevede la presenza di ben 25 modelli elettrificati nella sua gamma. Modelli elettrici e plug-in che consentiranno dunque alla casa automobilistica di poter rispondere ai “cambiamenti” di mercato.

I contratti stipulati con CATL a metà 2018, che prevedevano investimenti di 4 miliardi di euro, verranno pertanto aumentati a 7 miliardi di euro. Il gruppo BMW ha inoltre firmato un contratto con il fornitore di batterie Samsung DSI per un valore di 2,9 miliardi di euro valido dal 2021 al 2031. Oltre a ciò, La stessa azienda si impegnerà nella diretta fornitura di ossido di litio cobalto, una materia prima necessaria per la produzione delle batterie di CATL e Samsung SDI.  Con la fornitura di materie prime prelevate da Australia e Marocco, la casa automobilistica mira ad offrire la massima trasparenza sulla provenienza di entrambi i materiali nel rispetto delle norme ambientali.

I nuovi investimenti permetteranno senza dubbio di incentivare gli attuali processi di produzione. Recentemente, la società ha infatti aperto il suo centro di competenza sugli accumulatori a batteria, situato a Monaco, il cui obiettivo è far progredire la tecnologia delle celle e introdurla nei processi di produzione grazie ad investimenti, anche in questo ambito, di circa € 200 milioni.

Non dimentichiamo che il gruppo BMW ha formato un consorzio tecnologico con il produttore Northvolt e Umicore che si dedicherà non solo allo sviluppo e produzione di batterie destinate ai veicoli elettrici ma anche al riciclo e riuso delle stesse. É ben noto come il riciclo dei componenti della batteria svolga un ruolo decisivo nell’allungare la vita dei materiali e delle riserve disponibili, sfruttando al massimo ciò che è stato già estratto man mano che aumenta la domanda.

Con l’introduzione di 25 modelli elettrificati, BMW dovrà far fronte ad un numero maggiore di richieste ed essere dunque in grado di rispondere rapidamente alle richieste di mercato. Secondo le previsioni dell’azienda, le vendite dei veicoli elettrici dovrebbero raddoppiare tra quest’anno e il 2021, con una crescita decisiva entro il 2025.