Auto

Cosa cambia nel 2021: dagli incentivi alle multe meno care, le novità per gli automobilisti

Il nuovo anno riserva importanti novità per tutti gli automobilisti: cashback su bollo, assicurazione e sanzioni; multe meno care, incentivi e tassazione sui veicoli aziendali. Questi i principali cambiamenti, ma vediamo più nel dettaglio cosa dovranno aspettarsi gli automobilisti dal 2021.

Particolare attenzione alle multe per le violazioni del Codice della strada che nell’anno appena iniziato avranno un costo minore. A suscitare sorpresa è dunque una diminuzione dell’importo delle sanzioni più severe che, grazie all’inflazione, vedrà un ribasso dello 0,2% per le sanzioni che vanno oltre i 250 euro.

Tra le novità per gli automobilisti non manca tuttavia la possibilità di recuperare una piccola somma pagata del bollo auto. Come più volte ribadito, grazie alla nuova iniziativa del Cashback di Stato, anche le spese sostenute per il bollo auto e per l’assicurazione del proprio veicolo, oltre a quelle di eventuali multe, saranno inserite tra le transazioni che danno diritto ad un rimborso pari al 10% per i pagamenti effettuati con moneta elettronica, fino ad un massimo di 15 euro per ogni transazione. Ricordiamo che il cashback avviato il 1 gennaio 2021 richiede un minimo di 50 transazioni nell’arco di ciascuno semestre affinché si possa avere il rimborso. Tuttavia il rimborso massimo per ogni semestre sarà di 150 euro, anche se la spesa effettuata supererà i 1500 euro.

Non mancano le novità per tutti i giovani alle prese con la patente di guida. A causa della pandemia da Covid-19 chiunque abbia presentato la domanda per ottenere la patente nel 2020 avrà a disposizione un anno di tempo per eseguire l’esame di guida, dunque avrà 6 mesi in più per poter portare a termine l’esame. Tuttavia, il rinnovo delle patenti in scadenza dal 31 gennaio 2020 è stato rinviato al 30 aprile 2021. 

Con riferimento all’emergenza sanitaria da coronavirus anche i termini per la revisione dell’auto hanno subito delle modifiche permettendo dunque agli utenti di avere più tempo per la regolamentazione dei pagamenti. Nel dettaglio, le revisioni scadute a giugno 2020 potranno essere effettuate entro il 31 gennaio 2021. Limite stabilito al 28 febbraio 2021 per quelle scadute a luglio, ottobre, novembre e dicembre 2020. Ultimo termine relativo al 31 marzo 2021 quelle scadute ad agosto 2020.

Nuovi incentivi destinati all’acquisto di una nuova auto ibrida o elettrica con l’obiettivo di aiutare i cittadini ad acquistare un nuovo veicolo elettrico puntando all’incremento di una mobilità decisamente più sostenibile. Aumentano infatti di 1.000 euro senza rottamazione e di 2.000 euro con rottamazione gli incentivi per l’acquisto di auto con emissioni fino a 60 g/km di CO2. Per quanto riguarda la fascia da 61 a 135 g/km sono invece previsti bonus di 1.500 euro (più 2.000 del venditore) entro il 30 giugno 2021. Inoltre, un bonus da 800 a 8.000 euro è previsto per autocarri e autoveicoli speciali M1, che dipenderà della stesse caratteristiche del veicolo. Non mancano tuttavia incentivi per i mezzi con massa complessiva fino a 3,5 tonnellate.

Le ultime novità riguardano l’ecotassa che vede la modifica da 161 a 191 g/km di CO2 come limite oltre il quale scatta la tassa sui veicoli, con importi compresi tra 1.500 e 2.500 euro, e l’aumento del 10% per la quota di fringe benefit nella retribuzione di chi utilizza una nuova auto aziendale con emissioni superiori a 160 g/km di CO2. Nel dettaglio, dal 40% al 50% del costo chilometrico nella fascia tra 160 e 190 g/km e dal 50% al 60% nella fascia da 191 g/km in su.