Auto

Ford al CES con la nuova Fusion Hybrid a guida autonoma

Tre anni fa Ford aveva introdotto una flotta di 10 automobili Fusion Hybrid a guida autonoma per il lavoro di sviluppo delle tecnologie necessarie, riuscendo ad ottenere anche diversi risultati notevoli, come la capacità di guidare su strade coperte di neve (di cui non si vedono quindi i bordi), o completamente al buio, senza necessità di usare i fari. Ora la casa automobilistica è pronta a portare a 20 unità la flotta, introducendo la Fusion Hybrid di seconda generazione, che sarà mostrata al CES di Las Vegas tra pochi giorni.

Ovviamente, per ottenere risultati ancora migliori, la nuova generazione sarà dotata di sensori più avanzati, telecamere, radar e lidar migliori e una dotazione hardware superiore, così potente da aver richiesto l'installazione sulle nuove auto di un generatore ausiliario, in quanto i consumi di energia non erano sostenibili nemmeno per le batterie ad alto voltaggio di cui sono dotate le Fusion Hybrid.

ford fusion autonomous development vehicle 4

Si parla infatti di un flusso dati di ben 1 Terabyte l'ora, secondo Ford più di quanto processato mediamente da uno smartphone in 45 anni di funzionamento.  Lo sforzo di Ford comunque non si esaurirà qui: per il 2018 infatti l'azienda statunitense ha intenzione di triplicare le auto che compongono la flotta portandole a un numero complessivo di unità compreso tra le 30 e le 90 unità, con l'obiettivo di avviare una produzione di massa di auto a guida autonoma entro il 2021.