Auto

Gordon Murray svela la supercar da pista Niki Lauda

Gordon Murray Automotive ha svelato, nel giorno del compleanno dell’intramontabile campione Niki Lauda, una versione speciale della hypercar T.50 dedicata interamente al 3 volte campione del mondo tedesco scomparso a maggio del 2019; la vettura si chiama T.50s Niki Lauda ed è una versione esclusivamente da pista, sviluppata in parallelo con la versione stradale, che sarà prodotta in soli 25 esemplari che verranno iniziati una volta che la produzione dei 100 esemplari stradali sarà completata, approssimativamente a gennaio 2023.

La versione da pista della T.50 la alleggerisce ulteriormente portandola dal già incredibile peso di 986 kg della versione stradale ad addirittura toccare gli 852 kg che accoppiati ad un motore 3.9 V12 aspirato potenziato fino a 725 cv (rispetto ai 654 cv della versione stradale) fanno già venire i brividi ancor prima di scoprire che questo capolavoro di ingegneria riesce a toccare quota 12.100 giri/ minuto.

Questa opera d’arte è alimentata da un’enorme presa d’aria sul tetto ed è fornita di uno scarico su misura con pareti di Inconel ancora più sottili che insieme alle componenti rivisitate del motore come le teste dei cilindri e gli alberi a camme ed il nuovo cambio al volante X-Trac a 6 marce rendono questo pacchetto più unico che raro.

Gordon Murray stesso, leggenda nel campo dell’ingegneria automobilistica grazie alla sua storia in Formula 1 e allo sviluppo di auto come la mitica McLaren F1,ritiene che la T.50 e la T.50s siano vetture che trasmettono sensazioni pure e non filtrate, accentuate ulteriormente dall’assenza di regolamentazioni sulle emissioni stradali. Questo aspetto, disponibile limitatamente sulla variante da pista, ha permesso di sprigionare tutta la potenza e la melodia di questo V12 per i fortunati clienti; il rapporto peso potenza, d’altronde, è migliore di quello di una vettura da LMP1.

Tutti i pannelli esterni della T.50s sono sviluppati esclusivamente per lei e sono di un fibra di carbonio leggerissima mentre l’altezza da terra è di 87mm all’anteriore e 116mm al posteriore. L’aerodinamica va a migliorare ulteriormente un’auto già incredibile che aveva stupito il mondo con l’introduzione di una ventola da 400 mm al posteriore nella versione stradale e che ora abbina un enorme alettone chiamato Delta e che abbinato ad un nuovo diffusore e vari splitter porta il carico aerodinamico totale a quasi il doppio rispetto al peso della vettura, toccando i 1.500 kg.

L’interno è somigliante all’iconica McLaren F1 grazie al posto di guida centrale. Ciascuno dei 25 clienti che l’hanno ordinata riceverà assieme all’auto il kit Trackspeed che include supporto ingegneristico per la pista e tutto l’equipaggiamento necessario per poterla utilizzare sul tracciato quindi un intero set di accessori da meccanico per i pitbox e per il rifornimento. Il prezzo è di circa 4.3 milioni di dollari, IVA esclusa; non c’è dubbio che sarà una delle auto da pista più esclusive del pianeta e speriamo che qualcuno dei proprietari la utilizzi davvero per lo scopo con cui è stata creata.