Ibride e Elettriche

Italdesign e Williams presentano EVX, piattaforma modulare per elettriche premium

Italdesign ha nelle ultime ore presentato una nuova e indispensabile tecnologia destinata ad essere impiegata nel settore automotive. Parliamo di EVX, un’architettura per vetture full electric sviluppata in partnership con Williams Advanced Engineering, reparto di ingegneria del celebre team di F1.

Non a caso, la collaborazione tra le due grandi società ha portato alla presentazione di un’architettura dedicata a vetture elettriche premium ad alte prestazioni. Nel dettaglio, l’architettura che i due partner hanno sviluppato si basa sul concetto di batteria strutturale, caratterizzata da uno schema costruttivo in cui la batteria racchiusa in un guscio di carbonio e compositi diventa l’elemento centrale del telaio, completato da due elementi in alluminio.

Siamo estremamente lieti e grati della possibilità di collaborare con Williams Advanced Engineering. Con 53 anni di esperienza nello sviluppo del design e dell’ingegnerizzazione, il nostro ruolo nella partnership sarà di portare avanti il telaio sviluppato da WAE alla piattaforma completa e dar forma secondo la tipologia di carrozzeria, architettura e contenuti definiti con i clienti, ha spiegato Antonio Casu, responsabile dell’area tecnica Italdesign.

Degna di nota è sicuramente l’alta flessibilità che le permette di essere utilizzata delle case automobilistiche produttrici di veicoli elettrici per uno sviluppo proprio, oppure di adattarsi alla componentistica realizzata da Italdesign e WAE. Questa rivoluzione strutturale permette difatti sia di spaziare su differenti tipologie di carrozzerie, sia di accogliere carrozzerie di metallo, alluminio o carbonio, offrendo un passo di lunghezza variabile da 2,9 a 3,1 metri.

Come accennato, l’EVX è progettata per sostenere SUV, berline e coupé. Secondo quanto dichiarato dalle due società, la sua versatilità sarebbe inoltre in grado di ridurre i tempi di realizzazione delle vetture. Williams e Italdesign  promettono infatti di poter portare sul mercato una nuova vettura in 30/36 mesi massimo, riuscendo ad accorciare i tempi di circa un anno. Attualmente, le due società fanno riferimento a volumi di produzione medio bassi, pari a circa 10.000 unità annue, di cui 500 potrebbero essere realizzate dalla stessa Italdesign. A dedicarsi alle forniture di batterie sarebbe invece la Williams.

La piattaforma, predisposta per gestire potenze fino a 1.360 CV in configurazione a trazione posteriore o integrale, ospita batterie con funzione strutturale realizzate grazie all’esperienza della Willams Advanced Engineering. Nel dettaglio, le batterie previste hanno una capacità di 102 kWh, ma si pensa di poter fornire equipaggiamenti di livello superiore, senza variazioni di ingombro, da 120 e 160 kWh per raggiungere il target di 1.000 km di autonomia. Il sistema a 800 Volt è compatibile con la ricarica a 250 kW, ma si prevedere anche una futura ottimizzazione a 500 kW. Per quanto riguarda i costi la nuova tecnologia sembrerebbe richiedere una somma di circa 100.000 euro.

Negli ultimi 50 anni abbiamo sviluppato capacità ed esperienza in progetti chiavi in mano, incontrando le esigenze dei nostri clienti, che fossero OEM internazionali o start-up appena nate. Puntiamo a sviluppare le architetture di veicolo sui mercati GT, berlina, crossover e cabriolet, completamente personalizzabili dentro e fuori. Stiamo puntando casi aziendali che copriranno diversi volumi di produzione, da una serie ultra limitata fino a 10 mila unità l’anno, 500 delle quali possono essere realizzate da Italdesign nei nostri impianti a Torino.

Il monopattino “i-Bike Mono Air S” è disponibile su Amazon.