Auto

La Bioweapon Defense Mode arriva sulle Tesla Model Y prodotte negli USA

Qualche giorno fa è stata avvistata la prima Tesla Model Y prodotta nella fabbrica di Freemont, in California, sulla quale sarebbe presente la Bioweapon Defense Mode. Questa funzione fino ad oggi era stata disponibile solo sulle Tesla Model S e Model X, o sulle Model Y prodotte in Cina.

Perché le Model Y prodotte in Cina sono dotate di filtro HEPA e quindi della modalità Bioweapon Defense, mentre quelle prodotte negli Stati Uniti sono prive di questa funzione? E’ la stessa domanda che i clienti Tesla americani hanno rivolto all’azienda, pretendendo spiegazioni. Inizialmente Tesla si era giustificata dicendo che sulla piattaforma utilizzata per le Model 3 e Model Y non ci fosse abbastanza spazio per inserire il filtro HEPA, che a quanto pare è abbastanza voluminoso, a meno di non utilizzare gran parte del “frunk”, il bagagliaio anteriore. Questa giustificazione però è venuta meno non appena Tesla ha cominciato a inserire il filtro HEPA sulle Model Y prodotte in Cina, e i clienti americani hanno cominciato subito a farsi sentire.

Fortunatamente Tesla non si è fatta pregare troppo, e ha aggiornato il processo di produzione delle Model Y americane inserendo questa feature: lo sappiamo grazie alle immagini pubblicate dalla pagina di Twitter “The Kilowatts”, che ci mostrano la schermata con il simbolo della Bioweapon Defense Mode attivo su una Model Y Long Range Dual Motor costruita nel mese di luglio 2021 nella fabbrica di Freemont.

Sulla Model Y cinese il filtro HEPA è installato proprio dietro il frunk, posizione che lo rende molto facile da sostituire quando arriva il momento di farlo, mentre per esempio sulla Model X è necessario smontare alcuni pezzi dell’auto per poter arrivare al filtro; purtroppo non abbiamo foto che ci mostrano il posizionamento del filtro HEPA sulla Model Y americana, ma è assai probabile che sia posizionato nello stesso modo visto sulla versione cinese.