Ibride e Elettriche

Prova, Mercedes GLE 350 de ibrido plug-in…Diesel!

1023 km percorsi, per una media consumo di 4,5l/100 km. Un valore sorprendente, da riferimento, soprattutto se a registrarlo è un Suv da più di 2,5 tonnellate di peso, 320 Cv e 700 Nm di potenza e quasi 5 metri di lunghezza. Il primato appartiene a Mercedes GLE 350 de, non un Suv tradizionale, perché ibrido plug-in.

Non un plug-in tradizionale, perché sfrutta un motore a gasolio. Due tecnologie che se avvicinate rappresentano quasi un ossimoro, che in realtà lavorano con una grande sinergia, realizzando un ottimo (il migliore?) compromesso tra gli spostamenti urbani quotidiani e i lunghi e impegnativi viaggi autostradali.

I risultati sono da riferimento per il segmento (e non solo) e Mercedes crede molto nello sviluppo di questa soluzioni, che in futuro troverà altre applicazioni. GLE 350 de parte da un prezzo di 79.434 euro.

Grande lusso e comfort

GLE è tra i modelli più lussuosi e comfortevoli dell’intera gamma Suv Mercedes. Sopra di lui solo l’ammiraglia GLS. Lecito aspettarsi un ambiente interno raffinato e sontuoso, per materiali, qualità e cura nei rivestimenti. I sedili anteriori sono vere e proprie poltrone, a cui non mancano regolazioni elettriche per cucire su misura la propria posizione.

Il pellame è morbido e accoglie con grande cura conducente e passeggero. Chi siede dietro vive in uno spazio arioso e agevole, dove lo spazio per la testa abbonda. Soprattuto gli occupanti laterali non faranno fatica a trovarsi a loro agio, sia nei brevi spostamenti sia durante i lunghi trasferimenti.

Di primissimo livello la dotazione tecnologica: GLE è equipaggiato con il sistema di infotelematica MBUX che si visualizza su un grosso schermo da 12,3″. Per navigare tra i menù si può sia sfruttare il touch screen sia un trackpad collocato al centro del tunnel. Più comodo il secondo per non distrarsi mentre si guida. Non manca l’assistente vocale “Hey Mercedes!” qui dimostratosi molto reattivo e affidabile nell’avviare la navigazione e le chiamate. In aggiunta, può fornire informazioni meteorologiche e riprodurre brani musicali se dispone dell’apposito modulo.

Non da meno la strumentazione: anch’essa su schermo da 12,3″ affiancato all’infotainment. Offre una grafica accattivante e ben leggibile. Ottima l’interfaccia di realtà aumentata per la navigazione che sfruttando la telecamera posta esternamente all’altezza dello specchietto retrovisore trasmette allo schermo le immagini della strada sovrapponendo le indicazioni con olografie blu.

Grande spazio e abitabilità, ricavati su dimensioni notevoli. Quasi 5 metri di lunghezza, che si sviluppano attraverso superfici muscolose all’anteriore che si ammorbidiscono di lato e nel posteriore, molto caratteristico. GLE non passa inosservato per strada, sia per la sua stazza sia per lo stile che la accompagna: ricercato che restituisce presenza e dinamismo.

Su strada è infaticabile

Mercedes GLE è un’auto dedicata ai viaggiatori. A dimostrarlo, l’enorme batteria da 31,2 kWh (da auto elettrica di vecchia generazione) alimenta un motore da 100 kW, integrato nel cambio 9G-TRONIC. Con il pieno di energia si arrivano a percorrere fino a 90 km. Molto più di quanto richiesto dalla maggior parte degli automobilisti per compiere il tragitto casa-lavoro.

In termini pratici, durante la quotidianità GLE può essere utilizzato come un EV. E i risultati in termini di consumi si notano. Restando su strade urbane ed extraurbane di fatto si riesce a raggiungere il risultato di omologazione: 1,1l/100 km. Con la batteria carica, ovviamente. Nel misto, sfruttando il motore a gasolio 2.0 litri quattro cilindri con 400 Nm di coppia massima, si ottiene un valore da utilitaria: 4,5 l/100 km.

Nel corso della prova, Mercedes GLE è stata utilizzata per 1024 km, la maggior parte dei quali trascorsi in autostrada, quindi con motore termico per il 90% del tempo in funzione. A 130 km/h, il consumo è intorno ai 6,0l/100 km. Arrivando a destinazione con una buona dose di elettricità nella batteria, si può concludere il percorso in modalità elettrica. Il lavoro di squadra tra gasolio ed elettrico si è dimostrato vincente.

Il pacco batteria si ricarica in circa 8 ore con un impianto da 6 kW (se a zero). Per la maggior parte dell’utilizzo, visto che difficilmente si arriva a casa a secco, è sufficiente la presa domestica da 3 kW che riesce a ricaricare l’80% in una notte. GLE supporta la ricarica DC fino a 50 kW.

In termini di consumi e di prestazioni: l’auto raggiunge i 100 km/h in 6,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 210 km/h. Non male. Il cambio è un’automatico 9G-TRONIC: fluido e brillante nell’innestare e scalare le marce, perfetto compagno di viaggio. A velocità autostradali il comfort acustico è notevole e il rumore del motore non filtra all’interno dell’abitacolo.

La trazione integrale 4Matic assicura il massimo in termini di aderenza in qualsiasi condizione stradale. Ottime le sospensioni: Mercedes GLE 350 de è disponibile con le sospensioni AIRMATIC che migliorano non solo la dinamica di guida ma anche il comfort di bordo assorbendo ogni asperità senza scaricare l’urto sulla schiena degli occupanti. Buona la versatilità in off road, condizione utile soprattutto per affrontare in totale serenità strade bianche o innevate piuttosto che sfidanti percorsi lontani dall’asfalto.

L’assistenza alla guida è di livello 2 e come su ogni Mercedes è tra le migliori oggi disponibili. Unico appunto per il mantenimento automatico della corsia: interviene troppo bruscamente, frenando la ruota e inserendo con aggressività l’auto in carreggiata. In conclusione, la soluzione di Mercedes è una risposta concreta e onesta alla mobilità del futuro.

I  quasi 100 km di autonomia in elettrico sono più che sufficienti per soddisfare le esigenze di spostamento quotidiane della maggior parte degli automobilisti; il motore a gasolio è un ottimo compagno di viaggio permettendo di ridurre i consumi e le soste alle stazioni di rifornimento, Mercedes ha dimostrato che queste due realtà non sono in antitesi ma possono rappresentare una soluzione interessante alle pressanti e attuali questioni di inquinamento ed emissioni. La strada è virtuosa e dovrebbe essere percorsa anche da altri modelli.