Auto

Tesla, a breve “Full Self-Driving” in versione beta

Tesla sembrerebbe avere in serbo importanti novità per i possessori dei suoi veicoli.  Elon Musk ha recentemente dichiarato che entro fino anno alcuni proprietari di veicoli Tesla potrebbero avere a disposizione la funzione “Full Self-Driving” in modalità “early access”. Ciò significa che alcuni possessori potranno usufruire di una versione beta del software che verrà in seguito distribuito a tutte le vetture del marchio.

Sebbene le auto Tesla siano già dotate della funzione Autopilot, il livello di guida (semi)autonoma di cui dispongono necessita ancora della supervisione attiva del conducente.

Il rilascio della funzione FSD seguirebbe quindi la Smart Summon, la modalità di parcheggio rilasciata recentemente dall’azienda che consente all’automobile parcheggiata di “raggiungere” il proprietario nel momento in cui quest’ultimo invia un segnale mediante il proprio smartphone. Modalità che, visti i numerosi problemi riscontrati dagli utenti, stando a quanto affermato dal CEO riceverà a breve un aggiornamento per risolvere il “bug”. In riferimento all’arrivo del Full Self Driving, Elon Musk ha dichiarato che la nuova funzione sarà in grado di condurre il passeggero nel luogo di destinazione senza che quest’ultimo debba intervenire, tenendo però certamente sotto controllo le azioni del sistema. In base ai luoghi, infatti, oltre alla prudenza del conducente potrà intervenire lo Smart Summon, come nei tratti di strada a bassa velocità.

Il CEO di Tesla ha ribadito che gli utenti che vorranno implementare la nuova modalità Full Self-Driving dovranno pagare un totale di circa 7.000 dollari extra.